Per trovare l’articolo che cercate scorrete la pagina fino in fondo ed eventualmente seguite la freccia blu in basso, è probabile che sia nella pagina seguente

17° SLALOM TORREGROTTA-ROCCAVALDINA, AL VIA LA PROVA VALIDA PER IL CAMPIONATO ITALIANO

Domani domenica 31 aprile dalle 8.30 lo spettacolo della seconda prova di campionato Italiano con le tre manche di gara sui 3,5 Km. Il centro tirrenico invaso da piloti ed appassionati, per la corsa attese migliaia di spettatori

Torregrotta (ME) 31 marzo 2012. Scatterà alle 10.30 di domani, domenica 1 aprile, la prima della tre manche di gara del 17° Slalom Torregrotta – Roccavaldina, seconda prova del campionato Italiano Slalom con validità per il Trofeo Italiano Centro sud e per la Coppa Italia 6^ Zona, organizzata dall’AC Messina e promossa dal locale Gianfranco Cunico Club. Alle 8.30 i concorrenti effettueranno la ricognizione al volante delle vetture da corsa, dei 3,5 Km del tracciato di gara sul quale sono posizionate tredici postazioni di rallentamento delimitate dai birilli.


Domani il percorso di gara sarà chiuso dalle 6. Dopo la ricognizione, la gara inizierà alle 10.30 con la prima delle tre manche previste Dal regolamento di campionato Italiano, a seguire gli altri due passaggi cronometrati.

Nel pomeriggio alle 17.30 i vincitori del 17° Slalom Torregrotta – Roccavaldina saranno applauditi nell’Aula Consiliare del Municipio torrese, che ospita il quartier generale della competizione e sede delle verifiche per gli 85 concorrenti iscritti, tutt’ora in corso tra la stessa casa comunale e l’antistante piazza affollata di appassionati e curiosi per vivere da vicino la vigilia della gara di punta della provincia di Messina.

Il paddock della competizione, dove hanno trovato sistemazione le squadre ed i meccanici e tradizionalmente posizionato negli ampi spazi della zona artigianale di Torregrotta, dove il pubblico può vedere i meccanici al lavoro sulle vetture ed i piloti che studiano le più opportune strategie di gara. –“I promotori del Gianfranco Cunico Club non conoscono soste, stanno lavorando da settimane – ha dichiarato Vincenzo Giutto Assessore allo Sport di Torregrotta – sono un appassionato e come il resto della cittadina vivo con molto entusiasmo questo appuntamento. Ora che ricopro questa carica avverto una maggiore coinvolgimento ed anche una certa responsabilità”-.

Un pensiero è stato rivolto da tutti i presenti alla memoria di Pietro Barberi, lo sfortunato pilota scomparso lo scorso martedì per un improvviso malore. Per ricordare la passione per le corse dell’esperto e sportivo driver locale, la sua Opel Kadett transiterà in livrea da gara sul percorso, mentre la Renault Clio del messinese Mauro Amendolia recherà unicamente il nome dell’indimenticabile amico, per precisa volontà della Scuderia Messina Racing Team in accordo con la T.M. Racing, il sodalizio del compianto Barberi.

Per la gara riflettori puntati per il ruolo di primi attori certamente sul sorrentino Luigi Vinaccia, cinque volte vincitore della corsa messinese e terzo sul podio nel 2011, che si presenterà al via con la versione 2012 della Osella PA 9/90 con i colori della Campobasso Corse, con la quale ha già colto la prima vittoria tricolore domenica scorsa a Salerno. Altro campano è Sebastiano Castellano, portacolori Progetto Corsa e secondo lo scorso anno, che ambirà alle parti alte della classifica con la Radical SR4. Si contrapporrà senz’altro ai due campani il catanese Giovambattista Motta al volante della GISA Viemme Corse. Iscritta in gruppo Vst la Kawasaki di Salvatore Arresta mentre è in arrivo dalla Basilicata il forte Saverio Miglionico al volante della Fiat 127, da Genova arriverà il temibile alfieri della Racing For Genova Alessandro Pollini, che tenterà di sbaragliare la concorrenza con la A112 spinta da motore Suzuki di derivazione motociclistica, mentre a contrastare i rivali d’oltre stretto tra i piloti messinesi ci saranno il locale Domenico Gangemi anche lui su Fiat 127, sempre protagonista della gara di casa e già con un primo posto in gruppo P all’attivo nella prima prova tricolore alla Salerno – Croce di Cava, oltre ad un altro abile driver di casa come Antonino Cardillo, anche lui sulla sviluppatissima vettura derivata dalla Fiat 127. Tra i prototipi di derivazione motociclistica la Peugeot 106 maxi affidata a Giuseppe Pandolfo e la Fiat 126 Suzuki di Francesco Lombardo. Molti outsider nel gruppo Speciale a partire da Alfredo Giamboi della Kamico Corse su Fiat X1/9; del messinese Antonino Margareci e del reggino Bruno Fallara entrambi su Fiat 127 ed il locale Mario Trovato su Autobianchi A 112 Abarth. In gruppo A riflettori puntati su Salvatore Caristi al volante della Peugeot 106 Rally.

Ben nove sono i piloti di Torregrotta che non hanno rinunciato all’atteso appuntamento con l’avvincente gara di casa. Oltre ai già nominati Gangemi e Cardillo, Tra le mini car 700 spicca il nome di Giovanni Greco su Fiat 500; in gruppo N lotterà per il successo l’esperto rallista Antonino Bertuccio su Citroen Saxo VTS; mentre in gruppo A ci sarà Giovanni Lisa con la piccola e scattante Toyota Yaris; in gruppo speciale saranno Antonino Bongiovanni su Fiat 127 e Mario Trovato su Autobianchi A112 i piloti di casa in classe S2, mentre nella S4 oltre a Gangemi sarà al via Felice Imbesi con la Fiat 127, nella classe maggiore S7 sarà impegnato Salvatore Scibilia con Fiat Uno Turbo.

Calendario Campionato Italiano Slalom 2012: 25/03 27° Maxislalom Salerno – Croce di Cava (SA); 01/04 17° Slalom Torregrotta – Roccavaldina (ME); 06/05 6° Slalom Casalborgone – Aramengo (AT); 20/05 20° Slalom Città di Campobasso (CB); 09/06 45° Susa – Moncenisio (TO); 08/07 7° Maxislalom Colle San Bartolomeo (IM); 28/07 13° Slalom Città di Osilo (SS); 11/08 9° Slalom Città di Santopadre (FR); 16/09 10° Slalom dell’Agro Ericino (TP); 30/09 5° Slalom Città di Bolca (VR);

Nessun commento:

Posta un commento

Nebrodi e Dintorni © Il Parco dei Nebrodi, testata giornalistica registrata al tribunale il 12/3/1992. La redazione si riserva il diritto di rivedere o bloccare completamente i commenti sul blog. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della testata ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento.