NEBRODI E DINTORNI

“MARMI MISCHI SICILIANI IN EPOCA BAROCCA”, MOSTRA DI MELO MINNELLA E FRANCO MONTEMAGGIORE

Mostra di pittografie del fotografo Melo Minnella e acquerelli del maestro Franco Montemaggiore sui “Marmi mischi siciliani in epoca barocca” nella Cattedrale di Palermo fino al 1 maggio 2012

30/03/2012 - "I marmi mischi siciliani in epoca barocca” è il titolo della mostra di foto in pittografie di Melo Minnella ed acquerelli di Franco Montemaggiore che è stata inaugurata, alla presenza di Monsignor Filippo Sarullo, nella Cattedrale di Palermo il 27 marzo 2012 e rimarrà esposta fino al 1 maggio 2012 p.v. A presentare al pubblico le pittografie e la loro tecnica il critico d’arte Aurelio Pes, tra l’altro direttore artistico della Fondazione Piccolo di Capo d’Orlando, con cui l’associazione “La casa di Colapesce” ha intrapreso già da tempo una fattiva collaborazione.
Accanto alla tomba di Federico II, visitata da centinaia di turisti al giorno, potranno ammirarsi anche scene della Sacra Famiglia, addobbi floreali, angoli di natura e presenze di angeli ed uccelli realizzate con diversi tipi di marmi in epoca barocca nelle più importanti Cattedrali della Sicilia e fotografate dal grande fotografo siciliano Melo Minnella. Scatti eccezionali ed unici, di particolari di opere di marmo siciliano, .che stampati in Pittografie sono esaltati in maniera tridimensionale Accanto alle Pittografie una serie di acquerelli del maestro ed artista Franco Montemaggiore.
La mostra è stata curata ed organizzata da Toti Librizzi, presidente dell’Associazione Culturale “La Casa di Colapesce” di Mirto ed è dedicata allo scrittore siciliano Vincenzo Consolo, recentemente scomparso e presidente onorario dell’Associazione.

La mostra sarà visitabile dalle ore 7 alle ore 19, nello spazio delle tombe reali e l’ingresso sarà gratuito.

Le Pittografie sono una tecnica di stampa su una particolare carta prodotta a mano in puro Cotone Linters, dal mastro cartaio Franco Conti, secondo l’antico procedimento arabo-normanno di mille anni fa, grazie al quale non si formano micro-organismi che possono deteriorare la carta. Grazie a questo speciale supporto cartaceo si trasfigurano le immagini fotografiche come fossero delle pitture, da qui il nome di pittografie.

0 commenti:

Posta un commento

Nebrodi e Dintorni © Il Parco dei Nebrodi, testata giornalistica registrata al tribunale il 12/3/1992. La redazione si riserva il diritto di rivedere o bloccare completamente i commenti sul blog. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della testata ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento.