CASTELL'UMBERTO: LA FRANCIA ALLA SCOPERTA DELLE MERAVIGLIE DEI NEBRODI

Le bellissime giornate d'Agosto e la frizzante aria di festa quest'anno hanno catturato l'attenzione non solo dei fedeli, ma anche dei turisti d'Oltralpe giunti nei giorni scorsi a Castell'Umberto
Castell'Umberto (Me), 31/08/2011 - Una vera e propria delegazione formata da più di venti turisti francesi, infatti, nella settimana dedicata ai festeggiamenti in onore del patrono
San Vincenzo Ferreri, è stata ricevuta presso la sala consiliare del municipio dal vicesindaco, Tito Barbagiovanni, in rappresentanza di tutta la comunità umbertina. I "cugini" francesi, molti dei quali originari della vicina Gliaca di Piraino, da qualche anno ormai conoscono il territorio di Castell'Umberto, e come tanti amano fare il tradizionale pic-nic estivo alla pineta; ma quest'anno un altro motivo li ha spinti a cercare l'incontro con le istituzioni locali.
Sfruttando l'intermediazione della Dott.ssa Pamela Violetti, mediatrice linguistica e docente di italiano per stranieri, il comitato interculturale guidato da Marjorie Clemente Picard, ha espresso l'intenzione di dar vita a un gemellaggio con la cittadina di Mauguio-Carnon, che si trova nella parte meridionale della Francia, vicino a Montpellier.

“L'idea è nata dalla considerazione delle tante similitudini che accomunano i nostri territori – spiega Pamela Violetti – e dalla volontà di coltivare quel senso europeista che lega due paesi come l'Italia e la Francia, già fondatori della moderna Unione Europea”.
Anche per la transalpina Marjorie Clemente Picard il gemellaggio con Castell'Umberto “sarà uno strumento in grado di favorire lo scambio di idee e proposte utili per la gestione dei nostri comprensori, oltre ad essere un ottimo pretesto per incoraggiare degli interessanti viaggi alla scoperta delle meraviglie dei Nebrodi e delle bellezze della Camargue.”

Il piccolo incontro bilaterale, infine, si è concluso con un'alzata di calici colmi di prosecco italiano, per brindare tutti insieme alla fraternità fra cittadini europei, con l'augurio che simili iniziative, tanto preziose per sostenere l'integrazione fra i popoli, continuino ad essere proposte e sostenute.

Commenti