TEATRO DI MESSINA LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DELL’ENTE

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DELL’EAR TEATRO DI MESSINA RAG. SALVATORE JERVOLINO

Messina, 19/01/2017 - Egregio rag. Jervolino apprendo dalla stampa che la S.V. è stato nominato Commissario Straordinario dell’EAR Teatro di Messina, assumendo funzioni e compiti del CDA.
Non Le scrivo per farLe gli auguri di buon lavoro, ma per esprimere la mia autentica e sincera sorpresa per una nomina che ritengo sia istituzionalmente, e, forse non solo istituzionalmente, poco dignitosa, per usare un eufemismo. Ritengo la Sua nomina un ulteriore “vulnus” a questa martoriata Città, ormai rassegnata in tutte le sue componenti istituzionali, politiche, sociali e culturali, a subire violenze ed umiliazioni con continui atti di esproprio della propria autonomia istituzionale e di aggressione alla dignità di una Comunità, quella messinese, che ha donne ed uomini di grande qualità mortificati da continue, ingiustificabili aggressioni. In altre realtà territoriali un atto quale la Sua nomina avrebbe implicato durissime reazioni, poiché non è giustificabile né formalmente, né sostanzialmente. Ed è atto grave, gravissimo sotto un duplice profilo, di cui il secondo è ancor più grave ed inconcepibile del primo.

Sotto il primo profilo deve farsi presente che la nomina di un Commissario al Teatro non aveva ed ha alcun presupposto e legittimazione sotto il profilo formale e sostanziale.
La nomina di un Commissario è provvedimento straordinario, indice di “patologia istituzionale”, cui si ricorre quando non sia possibile utilizzare gli strumenti ordinari di ricostituzione degli organi di un Ente. Nel caso in esame vi erano, a seguito dei provvedimenti regionali e della correlata delibera di modifica dello Statuto da parte del CDA del Teatro, tutti i presupposti per una rapida ricostituzione del CDA secondo le ordinarie previsioni normative. Se così stanno le cose perché si va a privilegiare una soluzione straordinaria ed istituzionalmente traumatica e che espropria i rappresentanti istituzionali di Messina della loro autonomia di governo?

Sorge spontaneo il sospetto che l’istituto del commissariamento sia utilizzato, non per le finalità per cui è previsto dall’ordinamento, ma per impedire che la nomina del CDA venga, sostanzialmente attuata dagli attuali rappresentanti e rinviata, tramite il commissariamento, ai futuri rappresentanti.
Personalmente non ho alcun interesse acchè sia questa o una futura amministrazione a nominare e designare; sono, invece, interessato, e, come me, tanti altri, al rispetto delle regole e delle istituzioni, e tale contesto non consente che la “lotta politica”, legittima in tante sue articolazioni, usi impropriamente poteri e potestà e pregiudichi l’interesse delle istituzioni come il Teatro.

I principali compiti assegnati al Commissario con il decreto dell’Assessore, e che costituiscono, correlativamente, motivazione dell’atto, sarebbero l’approvazione dello Statuto, del Regolamento di Organizzazione e della dotazione organica. E’ necessario ipotizzare che agli Organi Regionali sia stato occultata l’esistenza, su tali materie, di deliberazioni formalmente e legittimamente approvati dal CDA del Teatro secondo l’iter normativamente previsto e debitamente trasmessi all’assessorato regionale competente. Atti a cui, sino a quando non siano stati annullati in autotutela o con intervento della magistratura, tutti devono attenersi. Non è possibile, e costituisce un chiaro abuso che Lei, egregio Commissario Straordinario o chiunque altro, all’interno o all’esterno dell’Ente, decida che questi provvedimenti non esistono. Solo il magistrato può disapplicare un provvedimento amministrativo.

Con i poteri che, ora, Le sono stati conferiti, Lei ha la potestà di adottare in materia nuovi e diversi provvedimenti, ma prima o contestualmente, deve riformare, modificare o annullare i provvedimenti in materia del CDA; e questa potestà deve esercitarla con adeguata motivazione. In altri termini deve leggerli, studiarli, valutarli, e motivare perché la disciplina approvata dal CDA non ritiene debba essere mantenuta e perché ne approva una diversa. Sino a quando non avrà compiuto questi necessari atti deve dar conto del perché abbia sino ad ora favorito la disapplicazione di questi provvedimenti e perché, adesso, in qualità di Commissario, non dà agli stessi attuazione.
Concludendo sul punto, è naturale chiedersi quali compiti principali Le sono stati assegnati, se gli atti che sarebbe chiamato ad adottare sono stati già approvati dagli organi del Teatro?

Sotto un secondo profilo la Sua nomina a Commissario assume un rilievo di inquietante gravità
, l’unico pregio che contiene è di avere, forse , contribuito a chiarire i Suoi comportamenti in qualità di Presidente del Collegio dei Revisori e del Collegio, comportamenti altrimenti poco comprensibili.
Non si comprendeva, infatti, perché, sin dal Suo arrivo, il Collegio da Lei presieduto creasse un clima di intimidazione. Il Collegio, infatti, ha determinato incertezza e difficoltà della governence affidata agli organi dell’Ente ed ha assunto, attraverso l’esercizio formale delle sue funzioni, un sostanziale ruolo di governo dell’attività dell’Ente, esautorando il ruolo degli organi preposti istituzionalmente, favorendo e sollecitando la loro crisi

Non si comprendeva perchè molte delle azioni del Collegio risultassero incomprensibili e fonte di danno per l’Ente, e contenessero dichiarazioni false in documenti ufficiali, quali i verbali

Non si comprendeva perché, in molti verbali del Collegio si notasse un elevato livello di genericità e disattenzione agli atti ed ai procedimenti dell’Ente, che non solo non venivano citati, ma che pare logico ritenere non siano neanche stati esaminati, implicando ricostruzioni parziali e distorte e spesso palesemente infondate. Potrei citare molti esempi, ma per limitarmi ad alcuni cito il verbale sul conto consuntivo 2015, chiuso con un avanzo di amministrazione di oltre 3.000.000 di E. e non come risulta dal verbale dei revisori dei conti che dichiarando il falso ed in contrasto con gli stessi allegati affermano che il conto si chiude con un disavanzo di amministrazione; cito il verbale su Statuto e Regolamento di Organizzazione, in cui il Collegio sembra ignorare il cospicuo carteggio intercorso con i competenti Assessorati Regionali; cito il verbale relativo all’incarico urgente e doveroso per l’esercizio relativo all’IVA ed alla materia previdenziale, in cui il Collegio omette di citare le adeguate motivazioni, i vantaggi in centinaia di migliaia di Euro, il rispetto del regolamento per il conferimento degli incarichi, l’esigenza di porre con urgenza rimedio ad una gestione interna approssimativa e dannosa per l’Ente; cito il verbale sull’Arena estiva di Furnari in cui le affermazioni del Collegio sembrano più il frutto di illazioni di corridoio che il frutto di una attenta analisi di tutta la documentazione e portano a conclusioni che nulla hanno a che vedere con la realtà ed in cui vi sono dichiarazioni, nei verbali, palesemente false e destituite di ogni fondamento, ed in cui, pare dolosamente si vogliono ignorare gli enormi vantaggi per il Teatro dell’iniziativa, così come si registra per gli stessi rilievi sulla foresteria, in cui il Collegio, non solo dimostra di non aver esaminato gli atti, ma trascura le relazioni degli uffici.
Su questi e tutti gli altri temi il Collegio assume posizioni senza alcun confronto e senza un a preliminare richiesta di atti, chiarimenti ed elementi integrativi di giudizio agli organi competenti dell’Ente.

Tuttavia, una delle azioni più gravi, per le sue implicazioni e gli effetti sull’attività del Teatro, assunta dal collegio dei revisori è stata l’invenzione dei debiti fuori bilancio.
Con una sorta di artificio contabile, anzi di abuso contabile, e sotto il palese “ricatto” di un parere, altrimenti sfavorevole il collegio ha preteso che venisse istituito un capitolo specifico nel bilancio del 2016 genericamente destinato alla copertura di debiti fuori bilancio. Come dice la parola stessa sono debiti fuori bilancio quelle spese che per il loro carattere di imprevedibilità non sono state previste in bilancio. Come sia possibile configurare debiti fuori bilancio quando il bilancio non è stato approvato resta un mistero cui solo il collegio può e deve rispondere. Operazione contabile corretta era quella per cui nel bilancio di previsione venissero allocate le risorse a fronte della programmazione legittimamente e formalmente decisa dal CDA nell’interesse del Teatro e nel rispetto del complessivo equilibrio economico-finanziario. Ove, come era doveroso, le medesime somme destinate all’unico incomprensibile capitolo dei debiti fuori bilancio fossero state destinate a specifica copertura delle attività legittimamente programmate, ecco che d’incanto la categoria dei debiti fuori bilancio sarebbe scomparsa. Sarebbero, al limite residuati quei debiti imprevedibili o risultanti da sentenze, non ascrivibili alla volontà dell’Ente e dei suoi organi.
L’illegittima, e, forse, illegale pretesa del collegio di qualificare come debiti fuori bilancio, spese che non erano, né sono qualificabili come tali sta creando e creerà gravissimi danni all’Ente. Attraverso l’illegittima invenzione contabile il collegio si è strumentalmente creata una competenza all’indagine, anche sul merito, delle singole spese che non aveva e non poteva avere. Un’azione dolosa e non priva di gravi profili di responsabilità, ove, tra l’altro ciò si correli al ruolo dilatorio assunto dal collegio, nell’impedire una rapida approvazione del bilancio di previsione 2016 che il CDA aveva approvato nel dicembre del 2015. L’incomprensibile ritardo nell’approvazione del bilancio, ha, di fatto bloccato l’attività dell’Ente, impedendo, tra l’altro allo stesso di conseguire i flussi finanziari ulteriori derivanti dalla sua attività.
Non si comprendeva quali fossero i motivi del continuo invio di atti e segnalazioni alla magistratura ordinaria e contabile. Occorre ribadire che per i soggetti della PA esiste non una facoltà, ma l’obbligo, di segnalare alla magistratura contabile ed ordinaria fatti che possano configurare responsabilità contabili o penalmente rilevanti. Per le implicazioni che ha nei confronti delle istituzioni e delle persone coinvolte l’obbligo va assolto con doverosa ponderazione ed attenzione. Il generico, costante ricorso del Collegio a tale istituto anche su questioni in cui si fa fatica a immaginare un rilievo di responsabilità, fa sorgere il sospetto di un ricorso strumentale volto ad intorbidare il contesto, a creare clima di intimidazione e di sospetto. In altri termini il ricorso alla magistratura è previsto dall’ordinamento per i suoi fini di rigorosa tutela della legalità cui tutti devono concorrere, non può, né deve essere utilizzato strumentalmente con superficiale e disinvolta leggerezza e senza motivo.

La Sua nomina a Commissario getta, ora, una luce di sinistra chiarezza .

In sintesi il Collegio da Lei presieduto ha:
1) creato, attraverso l’illegittima e forse illegale attività descritta, confusione, crisi ed incertezza negli organi dell’Ente, bloccando il processo di sviluppo del Teatro ed il suo equilibrio economico-finanziario, bloccando per mesi la sua attività ed impedendo iniziative che consentissero l’acquisizione delle entrate, e determinando la dimissione dei membri del CDA, creando i presupposti per il commissariamento dell’Ente
2) ha impedito l’attuazione di importanti provvedimenti, legittimamente approvati dagli organi dell’Ente, quali il piano pluriennale di sviluppo, lo Statuto, il Regolamento di Organizzazione, favorendo la confusione e l’anarchia
3) ha determinato il blocco dello sviluppo del Teatro ed il perseguimento degli importanti obiettivi stabiliti quali il consolidamento dell’orchestra, l’impiego dei precari, l’attività del Teatro estesa a tutto l’anno, le produzioni, la circuitazione degli spettacoli prodotti, causando evidenti perdite di entrate
4) ha creato le condizioni per sviare i fondi accantonati per lo sviluppo al solo fine di coprire gli oneri derivanti dall’inattività del Teatro

In altri termini al Suo arrivo il Teatro era in pieno sviluppo con un fermento di attività ed in assoluto equilibrio economico-finanziario. In breve tempo Lei ha avuto la lodevole capacità di distruggere tuto ciò lasciando inutili macerie e compiuta questa “lodevole” opera di distruzione, si erge sulle stesse macerie da Lei create come Commissario “ salvatore della Patria”.
Lo dico con brutale franchezza, a me pare che il ruolo da Lei svolto in qualità di Presidente del Collegio dei Revisori getti una luce inquietante sulla Sua nomina a Commissario.
Forse non è stato da solo in questa opera di distruzione, ma Lei, certo, è stata la punta di diamante.
Molti amici mi hanno sconsigliato di espormi con simili considerazioni, facendomi presente che Lei fa presumibilmente parte di un sistema di potere, forte ed esteso, e che da solo corro il rischio di reazioni ed aggressioni da cui posso ricavare solo danni. E’ possibile, tuttavia, non posso andare contro la mia natura e contro l’idea che, da inguaribile ottimista, continuo a coltivare, che esistano, in questa martoriata Città, donne ed uomini che hanno a cuore il bene della Comunità
Verità, dignità, liberta e tutela degli interessi delle istituzioni della mia Città valgono di più di meschine manovre di potere.


Antonino Saija

0 commenti:

Posta un commento

NEBRODI E DINTORNI © Le cose e i fatti visti dai Nebrodi, oltre i Nebrodi. Blog, testata giornalistica registrata al tribunale il 12/3/1992.
La redazione si riserva il diritto di rivedere o bloccare completamente i commenti sul blog. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della testata ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento.

MIGRANTI, SCILIPOTI (FI):CI COSTERÀ 800 MLN STAFFETTA RENZI-GENTILONI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 11 ore fa
21/03/2017 – "Noi lo diciamo da mesi: il flusso migratorio raddoppierà quasi la sua portata per il 2017 e il piano di ricollocamento nei Comuni non sarà sufficiente perché pensato per 150 mila arrivi non per 250 mila. I governi Renzi-Gentiloni hanno fatto una staffetta di incapacità nella gestione dell'emergenza migranti. Ora al tavolo delle trattative dobbiamo pagare un prezzo altissimo con la Libia di Al Serraj, governo che potrebbe anche non durare". Lo dichiara il senatore di Forza Italia Domenico Scilipoti Isgrò. "L'Europa dice - aggiunge Scilipoti - che sanzionerà i Paesi ch... altro »

RIFIUTI SICILIA. “INGIUSTIFICATE LE ACCUSE ALL’ASSESSORE CONTRAFATTO”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 11 ore fa
21/03/2017 - “Quando in Sicilia si parla del sistema dei rifiuti è facile sparare nel mucchio. Non costa nulla e – si ritiene – che i bersagli siano facilmente individuabili. I cittadini siciliani subiscono ancora oggi le inefficienze stratificate nei decenni di mal governo. È stato così e la nostra Regione paga, ancora oggi, una “incrostazione endemica” scaturita soprattutto dall’inerzia dei governi ma anche dei burocrati. È troppo ingeneroso mettere alla gogna, chiedendo addirittura le dimissioni, chi, come l’assessore Vania Contrafatto è particolarmente impegnata a modificare qu... altro »

LEGGE BACCHELLI PER ORIOLES. D'UVA: "VINTA UNA GRANDE BATTAGLIA"

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 11 ore fa
*Dichiarazione del PortaVoce del MoVimento 5 Stelle Francesco D'Uva sulla notizia dell'attivazione della Legge Bacchelli per il giornalista siciliano Riccardo Orioles* Roma, 21 marzo 2017 - “Oggi abbiamo un vero motivo per gioire. Nello stesso giorno in cui, in tutte le piazze e le strade italiane, si celebra la giornata contro le mafie, il giornalista Riccardo Orioles ha ottenuto i benefici della Legge Bacchelli”. Il PortaVoce del MoVimento 5 Stelle, Francesco D’Uva, esprime gioia nell’apprendere che Orioles, stimato giornalista antimafia siciliano, da sempre in prima fila nella lo... altro »

GIORNATA VITTIME DELLE MAFIE, FEDELI: “È CON L’ISTRUZIONE CHE VINCEREMO LA BATTAGLIA”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 15 ore fa
IN RIFERIMENTO ALLE SCRITTE APPARSE SUI MURI DEL VESCOVADO *«Siamo i primi, da sempre, a dire che il lavoro è necessario, anzi che èil primo antidoto alle mafie. Ma che sia un lavoro onesto, tutelato dai diritti, non certo quello procurato dalle organizzazioni criminali. Gli "sbirri" - che sono persone al servizio di noi tutti - sarebbero meno presenti se la presenza mafiosa non fosse così soffocante.Questi vili messaggi - vili perché anonimi - sono comunque un segno che l'impegno concreto dà fastidio. Risveglia le coscienze, fa vedere un'alternativa alla rassegnazione e al silenz... altro »

CAPO D'ORLANDO, ANNULLATA LA RASSEGNA CABARETTANDO CON RAUL CREMONA E GENE GNOCCHI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 15 ore fa
*Manca la data per Raul Cremona, l'Assessore Milone annulla lo spettacolo di Gene Gnocchi* Capo d'Orlando, 20/03/2017 - Definitivamente annullata la rassegna Cabarettando. La produzione dello spettacolo “Recital” di Raul Cremona, programmato per il 2 marzo e poi rinviato, ad oggi non ha comunicato una data alternativa. Alla base, problemi organizzativi della produzione che hanno spinto l'Assessore al Turismo Rosario Milone ad annullare la seconda data della rassegna “Cabarettando” che il 29 marzo avrebbe visto Gene Gnocchi esibirsi sul palco del Teatro Rosso di San Secondo. “In una... altro »

“CANZONI” AL TEATRO MANDANICI, SABATO 8 APRILE LA VOCE PROTAGONISTA ASSOLUTA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 15 ore fa
*Due ensemble corali insieme per una serata che avrà come protagonista assoluta la voce.* Barcellona Pozzo di Gotto (ME), 21/03/2017 – Ecco dunque nel cartellone del Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto arrivare il momento di “Canzoni. Dalla chanson rinascimentale alla musica pop”, lo spettacolo-evento di sabato 8 aprile 2017 (ore 21) che vede insieme l’Ensemble Vocale "Cantica Nova”, diretto da Francesco Saverio Messina, e il Coro Polifonico "Ouverture", diretto da Giovanni Mirabile. “Abbiamo già realizzato progetti musicali con altri cori – spiega Francesco Saverio Messin... altro »

CANONE IDRICO, A S. GIORGIO DI GIOIOSA MAREA PER ILLUSTRARE LE INIZIATIVE IN MERITO AL PAGAMENTO

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 15 ore fa
*Federconsumatori Nebrodi organizza un'assemblea pubblica, che si terrà mercoledì 22 marzo, alle ore 17:00, presso il salone parrocchiale di S. Giorgio di Gioiosa Marea, per illustrare le iniziative da avviare in merito al pagamento del canone idrico.* Gioiosa Marea, 21 mar. 2017 – I cittadini sono invitati a partecipare per discutere della possibilità di aderire a una class action contro il Comune, che non garantisce la potabilità dell’acqua distribuita dall'acquedotto comunale.I cittadini che ricevono, infatti, acqua non potabile possono abbattere del 50% il canone idrico attualm... altro »

G7 TAORMINA 26/27 MAGGIO 2017: LE MODALITÀ DI ACCESSO A TAORMINA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 16 ore fa
Messina, 21/03/2017 - Comunicazione relativa alle ordinanze adottate dal Prefetto di Messina e dalla Capitaneria di Porto relative alle limitazioni a terra e a mare in occasione del vertice internazionale G7 di Taormina. VERTICE INTERNAZIONALE G7 – TAORMINA 26/27 MAGGIO 2017 Con provvedimenti del 20 marzo Prefettura e Capitaneria di Porto di Messina hanno disciplinato, ognuno per la parte di competenza, le modalità di accesso: - a Taormina -in prossimità dello specchio acqueo antistante l’area interessata dal G 7 in programma il 26 e 27 maggio prossimi. Queste le misure adottate: T... altro »

SICILIA, NOMINE. CROCETTA:”DIBATTITO ECCESSIVO, C’È ANCHE LA POSSIBILITÀ DI NON FARE ALCUNA NOMINA”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 16 ore fa
*È corsa alle poltrone di maggiore rilievo in giunta regionale all’Ars, prima del “semestre bianco” che precede le elezioni regionali in Sicilia. Il presidente Rosario Crocetta rinvia a mercoledì 22 marzo ma rivendica quanto fatto e quanto nelle intenzioni: dalla nomina di Antonio Ingroia a quella di Antonio Fiumefreddo a Riscossione Sicilia; di Sami Ben Abdelali.* Palermo, 21 mar. 2017 - “Da circa una settimana, la questione delle nomine sta assumendo sulla stampa una rilevanza eccessiva. Voglio precisare che nè io, nè il mio governo ci strapperemo le vesti per quelle nomine. La leg... altro »

AUTORITÀ PORTUALE: "LA PRESENZA DI DELRIO A MESSINA OCCASIONE PER CONOSCERE IL DESTINO DEL NOSTRO SISTEMA PORTUALE"

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 16 ore fa
*"Soppressione Autorità Portuale: i ricavi dei nostri porti devono restare a casa nostra". "La presenza di Delrio a Messina occasione per conoscere il destino del nostro sistema portuale". "CapitaleMessina: necessario il confronto per arrivare ad una posizione largamente condivisa sul tema della difesa del sistema portuale messinese". Documento di CapitaleMessina a firma di Pino Falzea e Gianfranco Salmeri* Messina, 21 marzo 2017 - La notizia, appresa dalla lettura del quotidiano cittadino, dell'approvazione del bilancio previsionale 2017 della soppressa Autorità Portuale messinese... altro »

NOCE: DOVE LE POPOLAZIONI CONSERVANO ELEVATA DIVERSITÀ GENETICA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 16 ore fa
*Uno studio dell’Ibaf-Cnr e Ibam-Cnr identifica origine e modalità di diffusione del noce comune, evidenziando l’influenza dell’uomo. Il lavoro, pubblicato su Plos One, ha incrociato i dati genetici della pianta con l’analisi glottologica della parola ‘noce’ e con i dati archeologici, topografici e storici relativi alla distribuzione geografica della specie* 21/03/2017 - Un recente studio condotto dagli istituti del Consiglio nazionale delle ricerche di Biologia agro-ambientale e forestale (Ibaf-Cnr) e per i Beni archeologici e monumentali (Ibam-Cnr), ha permesso di identificare l’... altro »

“SUONI DAL PALCOSCENICO”: IL SUCCESSO DEGLI ATMOSFERA BLU AL MANDANICI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
*A quattro anni di distanza dal primo evento “in grande” al Palalberti di Barcellona Pozzo di Gotto, la band Atmosfera Blu torna a calcare un palco importante con il debutto al Teatro Mandanici, considerato uno dei più belli del sud Italia, sempre nella città del Longano, per un concerto ad ingresso gratuito a scopo di beneficenza. Fin dalla sua promozione, l'interesse del pubblico è evidente e già prima delle ore 10 del 12 marzo 2017, data dello spettacolo, viene annunciato il tutto esaurito. * 20/03/2017 - Puntuale, alle ore 21, il sipario si apre con una musica dal forte impatto... altro »

GIORNATA DELLE VITTIME DELLA MAFIA, INCONTRO CON GLI STUDENTI NELLA GALLERIA D'ARTE “LUCIO BARBERA”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
*Giornata nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime della mafia, incontro con gli studenti nei locali della Galleria d'Arte “Lucio Barbera”. L'appuntamento è in programma domani alle ore 10.00 nella Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di via XXIV Maggio* 20/03/2017 – In occasione della Giornata Nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime della mafia, istituita di recente dalla Camera dei Deputati e fissata per il 21 marzo di ogni anno, il primo giorno di primavera, la Città Metropolitana di Messina ha organizzato per domani presso i loc... altro »

A BARCELLONA P,G. IL CONVEGNO REGIONALE “RICERCHE STORICHE E ARCHEOLOGICHE NEL VAL DEMONE”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
20/03/2017 – Il Parco Museo Jalari di Barcellona Pozzo di Gotto ospiterà nei giorni 1 e 2 aprile la seconda edizione del convegno regionale “Ricerche storiche e archeologiche nel Val Demone”. L’incontro culturale vedrà la collaborazione e il supporto di importanti enti di ricerca ed associazioni culturali, tra cui le Università degli Studi di Messina e Catania, la Biblioteca Francescana di Palermo, l’Associazione SiciliAntica, l’Officina di Studi Medievali di Palermo e varie Società di Storia Patria siciliane. La formula del convegno, già proposta in precedenti incontri, è quella d... altro »

GIORNATA NAZIONALE DEL PAESAGGIO, AD ALCARA LI FUSI PATRIMONIO E IDENTITÀ, STRATEGIE DI TUTELA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
*L'evento organizzato dall'Ordine degli Architetti di Messina in collaborazione col Comune di Alcara Li Fusi dal titolo: "PAESAGGIO: PATRIMONIO E IDENTITA'" * 20/03/2017 – Nella spettacolare cornice dei Nebrodi, presso il Salone San Giovanni, nell'ambito delle celebrazione per la prima Giornata Nazionale del Paesaggio istituita dal MIBACT, sì è svolto sabato 18 marzo, organizzato dall'Ordine degli Architetti di Messina in collaborazione col Comune di Alcara li Fusi, l'evento dal titolo: "Paesaggio: Patrimonio e Identità. Qualità e bellezza, strategie di tutela, recupero e valorizz... altro »

GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA 2017, TRA GLI INVITATI IL POETA ROSARIO LA GRECA DI BROLO

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
*È stato invitato a partecipare alla maratona poetica“Prendi un verso dai poeti e dipingi il mondo di pace”* 20/03/2017 - In occasione della Giornata Mondiale della Poesia 2017, si è svolta presso l’Aula Consiliare del Comune di Arcore (prov. di Monza e della Brianza), alla presenza del Sindaco di Arcore Rosalba Colombo e dell’Assessore alla Cultura Paola Palma, la maratona poetica”Prendi un verso dai poeti e dipingi il mondo di pace”. Questa prestigiosa iniziativa promossa dall’Associazione Africa Solidarietà Onlus di Arcore e patrocinata dall’Unesco e dal Comune di Arcore, riconos... altro »

BETALAND METTE LA QUARTA, BATTUTA PASTA REGGIA CASERTA 74-71

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
*La Betaland Capo d’Orlando ottiene la quarta vittoria consecutiva, importantissima in chiave playoff, contro una Pasta Reggia Caserta mai doma che esce dal campo sconfitta a testa altissima per 74-71. Caserta lotta fino alla fine, ma la spunta la Betaland, che consolida il quarto posto a sette giornate dalla fine.* 19 MARZO 2017 - Il primo a trovare il fondo della retina è Iannuzzi, mentre dall'altro lato Putney, Giuri e Diawara danno vita al break casertano di 0-6 che si interrompe per un attimo con la bomba di Stojanovic, per proseguire poi con un altro 0-5 firmato Putney, Bosti... altro »

SARACENA VOLLEY VINCE SOFFRENDO CON IL NEBRODI VOLLEY

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
*La All Work Saracena Volley ha chiuso la pratica Nebrodi Volley con non poche difficoltà. Un approccio mentale sbagliato alla gara ha reso la vita difficile più del previsto alle ragazze di mister Mauro Silvestre come evidenzia il risultato finale di 0-3 (21-25; 21-25; 14-25). I primi due set hanno avuto pressoché lo stesso andamento giocato punto a punto dalle due formazioni. Entrambi i parziali si sono chiusi 21-25.* 20/03/2017 – Nell’ultima frazione la reazione delle atlete del presidente Luca Leone che hanno imposto il loro ritmo e chiuso con semplicità la partita. C’è stato a... altro »

XXV GIORNATE FAI DI PRIMAVERA, APERTE LE PORTE DEL MASSIMO BELLINI, DEL SANGIORGI E DI ALTRI SETTE BENI CULTURALI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
CATANIA, 20/03/2017 - – Saranno le porte del Teatro Massimo Bellini le prime ad aprirsi al pubblico in occasione delle “Giornate Fai di Primavera”, in programma sabato 25 e domenica 26 marzo nella città etnea. In contemporanea con l’iniziativa nazionale del Fondo Ambiente Italiano in oltre 400 località della penisola, la delegazione di Catania, guidata da Antonella Mandalà, renderà inoltre fruibili il Teatro Sangiorgi, la Chiesa di Santa Maria di Gesù, il suo Chiostro e l’Istituto “Archimede”, l’Ex Sanatorio Clementi, Casa Verga e – in esclusiva per i soci Fai e per chi desidera is... altro »

UNA TARGA DEDICATA A PAPA FRANCESCO NELL’AEROMOBILE CHE HA AVUTO L’ONORE DI AVERE A BORDO IL SANTO PADRE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 23 ore fa
Milano, 20/03/2017a – American Airlines ha affisso una targa commemorativa nell’aeromobile Boeing 777-200 che ha avuto l’onore di avere a bordo Papa Francesco. La targa vuole essere una testimonianza di quando nel 2015 l’aeromobile ha volato sotto il nome di Shepherd One (Pastore Uno) da Washington D.C. a New York, Philadelphia e ed infine a Roma con a bordo il Santo Padre. La targa recita: *This aircraft served as “Shepherd One” during Pope Francis’* *first visit to the United States from September 24-28, 2015* *Washington, D.C., New York, Philadelphia, Rome* L’aeromobile è stato ... altro »