COSMOGONIA MEDITERRANEA, A CAPO D'ORLANDO L'ACCENSIONE DI UNO DEI TRE FARI DI LUCE

Verrà acceso a Capo d'Orlando uno dei tre fari di luce che comporranno la “Cosmogonia Mediterranea", installazione dell'artista palermitano Domenico Pellegrino, dedicata agli immigrati vittime degli sbarchi.

Capo d’Orlando, 26/07/2017 - La "Sicilia luminosa", pensata per Lampedusa e adagiata per un solo giorno nei fondali di Cala Francese nel luglio 2016, è stata già ospitata nello spazio Loc della Pinacoteca Comunale dal 13 maggio all'11 giugno scorsi ed è stata adesso collocata nella facciata dell'edificio di Via del Fanciullo, dove verrà accesa sabato prossimo, 29 luglio.
Oltre a Capo d'Orlando, dove rimarrà in modo permanente, le due Sicilie verranno “accese” a Lampedusa e a Custonaci. Disegnata con le luminarie, le celebri lampadine di strada, "Cosmogonia Mediterranea" è un concentrato di memorie estetiche e poetiche, tirata giù dagli addobbi di una parata sacra e resuscitata come reperto di fiaba dai fondali di un mare che troppo spesso raccoglie chi non è riuscito ad arrivare a questa luce, ma se l’è portata dietro.

Il 3 ottobre, giorno in cui si ricordano i 366 morti nel naufragio del 2013, verrà sollevata dall'acqua e posta sul molo Favaloro a Lampedusa, nel punto in cui arrivano le navi che soccorrono in mare i migranti. All'accensione di sabato presso lo spazio Loc di Capo d'Orlando, saranno presenti il sindaco di Capo d'Orlando Franco Ingrillì, l'Assessore ai Beni Culturali Cristian Gierotto e il delegato Giacomo Miracola.

COSMOGONIA MEDITERRANEA: SULLE ORME DI CHI NON RIESCE A RAGGIUNGERE LA TERRA




Commenti