Congresso regionale CREI Sicilia 2024: a Gioiosa Marea reumatologi a convegno

Congresso regionale CREI Sicilia 2024: a Gioiosa Marea reumatologi e pazienti a convegno. Si svolgerà nell'Auditorium Comunale di Gioiosa Marea, in provincia di Messina, nei giorni 30 e 31 maggio 2024, il «Congresso regionale CREI Sicilia 2024», giunto alla 9^ edizione. obiettivo del Congresso è l’informazione e l’aggiornamento del reumatologo. Saranno impegnate le varie figure specialistiche coinvolte nella cura delle malattie reumatiche. Gioiosa Marea, 27 maggio 2024 - Il Congresso, che ha come obiettivo l’informazione e l’aggiornamento del reumatologo, ha come responsabile scientifico il dott. Aldo Molica Colella e, condotto da Salvo Falcone, vedrà impegnate le varie figure specialistiche coinvolte nella cura delle malattie reumatiche. Il Congresso regionale CREI Sicilia 2024, articolato in varie sessioni, affronterà argomenti quali il dolore cronico e la fibromialgia, l’artrite reumatoide, le spondiloartriti sieronegative, il LES, la sclerodermia, la gotta, l’artrosi, l’osteopo

VALLE DEL MELA: L’INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO E LA NOSTRA SALUTE, IMPORTANTE CONVEGNO SULLA SCOTTANTE TEMATICA

L’inquinamento elettromagnetico e i suoi effetti sulla nostra salute. A San Filippo del Mela venerdi’ 14 marzo importante convegno sulla scottante tematica
S. Filippo del Mela, 12 marzo 2014 - Esperti a confronto venerdì 14 marzo alle 17.30 presso l’aula consiliare di San Filippo del Mela nel corso di un convegno organizzato da Domus Line Italia e dal comune filippese. L’argomento è fra i più dibattuti ed attuali: le cause e gli effetti dell’inquinamento elettromagnetico sulla salute umana.
A spiegarle da un punto di vista medico – scientifico ci penseranno venerdì pomeriggio illustri relatori: il dott. Carmelo Pecora, neurochirurgo della casa di cura Villa Salus di Messina, la responsabile Nazionale Domus line, dott. Giovanna Russella, e la biologa Nancy Grillo.
Sono innumerevoli, infatti, i disturbi che questo tipo di inquinamento produce sul nostro organismo, incidendo notevolmente sulla qualità della vita di ciascuno: mal di testa, stress, depressione ed insonnia sono solo alcuni dei sintomi con i quali spesso conviviamo, senza tuttavia conoscerne le cause.

Quando si parla di inquinamento elettromagnetico spesso si è portati a pensare che esso sia prodotto esclusivamente dagli elettrodotti e dalle antenne dei ponti radio mobili, non sapendo tuttavia che oltre a queste fonti di non trascurabile rilievo, ne esistono altre ben più subdole, in quanto presenti accanto a noi giornalmente. A casa, a lavoro, in macchina, ovunque ci troviamo, siamo infatti esposti a campi elettromagnetici più o meno intensi che incidono notevolmente e costantemente sul nostro benessere psico – fisico. Un nemico nascosto, che non sentiamo, né vediamo, ma è sempre presente. La migliore strada per limitarlo, se non combatterlo, resta quella della conoscenza.

Su queste premesse si basa il I° convegno sull’inquinamento elettromagnetico organizzato a San Filippo del Mela. Conoscere i fattori di rischio è importante per limitare i danni e perché no, anche prevenire.

Commenti

  1. Esistono precise normative per le emissioni elettromagnetiche ammissibili.
    La domanda agli esperti e':
    -sono le emissioni attuali accettabili secondo le norme?
    -saranno le emissioni previste per il nuovo elettrodotto accettabili?

    RispondiElimina

Posta un commento

NEBRODI E DINTORNI © Le cose e i fatti visti dai Nebrodi, oltre i Nebrodi. Blog, testata giornalistica registrata al tribunale il 12/3/1992.
La redazione si riserva il diritto di rivedere o bloccare completamente i commenti sul blog. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della testata ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento.