DOMENICO MODUGNO: UN 'SICILIANO' NELL'ANIMA E NELLE CANZONI, NATO IN PUGLIA

Vent'anni fa, il 6 agosto 1994, moriva Domenico Modugno, autore di canzoni divenute celebri in tutto il mondo: "Nel blu dipinto di blu" è l'esempio più eclatante, ma sono innumerevoli i suoi successi (Volare è tra i 5 singoli più venduti nella storia della musica leggera). Ora Polignano a Mare, sua città di nascita, gli dedica una nuova edizione della manifestazione "Meraviglioso Modugno", con la partecipazione di Gino Paoli, Danilo Rea, Malika Ayane, Marta Sui Tubi, etc.

06/08/2014 - Si è sempre saputo. Il dialetto di San Pietro Vernotico è molto somigliate a quello messinese. Nel Salento, infatti, si parla un dialetto del ceppo calabro-siculo molto differente da quello pugliese, ed è davvero facile scambiare un messinese per un salentino e viceversa: così per Domenico Modugno non deve essere stata una gran fatica farsi credere siciliano. Ma quanto orgoglio per noi! Domenico Modugno preferì farsi credere “siciliano” e di moglie lo fu per davvero. Nato a Polignano a Mare il 9 gennaio 1928, morì a Lampedusa il 6 agosto 1994. Modugno visse a San Pietro Vernotico buona parte della sua infanzia e tutta la giovinezza. In sanpietrano, lingua dell'area del dialetto salentino, Mimmo scrisse le sue prime canzoni e qui imparò a suonare la chitarra e la fisarmonica. A San Pietro, dopo il servizio militare, iniziò ad esibirsi come suonatore di fisarmonica nelle feste di paese. Modugno improvvisava struggenti serenate alle ragazze. Seppure nato a Polignano a Mare, Domenico Modugno divenne artista a San Pietro Vernotico, ma (né l'uno e né l'altro) fu creduto siciliano, messinese, e una ragione in più sicuramente c'è, avendo sposato l'attrice Franca Gandolfi, nata a Messina il 27 novembre 1932,  figlia di un colonnello di Montalbano Elicona, dove visse da giovane.

Origini di Domenico Modugno

Delle origini di Domenico Modugno abbiamo detto quanto basta ad inquadrarlo (diciamo così) dal punto di vista geografico. Il giovane Modugno, appena diciannovenne, insoddisfatto della vita di paese (che gli sta ovviamente stretta), scappa di casa per andare a Torino, in cerca di fortuna, come si diceva (e come si sperava) e a Torino si mette a fare il gommista in una fabbrica. Ma la sua vera passione è lo spettacolo.
Il padre Cosimo, comandante delle guardie municipali di San Pietro Vernotico, in provincia di Brindisi, gli ha insegnato presto a suonare la fisarmonica, ma essenzialmente gli ha insegnato l’amore per la musica e Domenico già a 15 anni compone la sua prima canzone, sulla quale (per la verità) non abbiamo molte notizie.

Dopo il servizio militare, Modugno riparte, stavolta per Roma, dove non esita a fare quello che gli capita, pur di cominciare la sua carriera artistica, carriera che comincia col teatro e non con la canzone, come si potrebbe credere, considerato che Modugno è visto ufficialmente come cantautore più che come attore. In verità la sua prima passione doveva essere proprio il teatro: decise di partecipare al concorso per attori al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, dove fu ammesso con borsa di studio quale migliore allievo della sezione di recitazione.
E così, nel 1951 l’ancora allievo Domenico Modugno, prende parte al film "Filumena Marturano" di Eduardo De Filippo e nel 1952 a "Carica eroica" di De Robertis, dove interpretava la parte di un soldato siciliano che canta la "Ninna Nanna" ad una bambina. Da questo episodio, a quanto pare, nacque la leggenda del "Modugno siciliano", che somiglia un po’ (fatte le dovute proporzioni) all’esperienza di Tiberio Murgia, famoso caratterista e attore di origini sarde che però interpreta puntualmente il ruolo del siciliano, come accade spesso coi caratteristi.

Nel 1953, partecipa al concorso musicale radiofonico "Trampolino", dopodiché prende parte alla trasmissione "Radioclub" in onore di Frank Sinatra. Quindi la Rai gli offre una serie di trasmissioni radiofoniche intitolate "Amuri... Amuri", in cui Modugno è autore dei testi, regista,attore e persino rumorista, insieme a Franca Gandolfi.

Intanto, però, la sua vena di autore di canzoni non si arresta, anzi si fa sempre più prolifica e raffinata, e nascono le più belle canzoni in dialetto pugliese e siciliano: "Lu Pisci Spada", "La Sveglietta", "La Donna Riccia", "Lu Minaturi", "Lu Sciccareddu 'Mbriacu", ed altre ancora. Canzoni che danno subito l’idea di trovarci di fronte ad uno strano soggetto umano e artistico, un personaggio quantomeno originale, uno che non si capisce bene che ruolo intenda occupare nello scenario della musica leggera italiana, ammesso che effettivamente dovrà occuparne uno di spicco, di primo piano. Ma l’orecchio raffinato (ed anche smaliziato) di un gruppo di giornalisti e di discografici, evidentemente, ha colto il genio creativo del cantautore pugliese e capisce subito che si tratta di un geniaccio, di quelli destinati a cambiare qualcosa, molto più di qualcosa.

La “rivoluzione” di Modugno è profonda, di vasta portata ed è sentita tra la gente (che rimane anche un po’ disorientata, che si divide tra sostenitori e detrattori). Non si capisce bene se si tratta di un genio innovatore o di un piazzista. E invece si tratta di un personaggio destinato a demarcare la storia, come afferma il prof. Lorenzo Coveri, che arriva a parlare di una fase pre-Modugno, per indicare il 1958, che identifica in Nel blu dipinto di blu lo spartiacque, quando si passa ad un italiano più vicino alla lingua parlata, più vicino al quotidiano, per arrivare alla fuga dal consueto, ad una maggiore libertà del ritmo musicale.

Mimmo Mòllica
_____

0 commenti:

Posta un commento

NEBRODI E DINTORNI © Le cose e i fatti visti dai Nebrodi, oltre i Nebrodi. Blog, testata giornalistica registrata al tribunale il 12/3/1992.
La redazione si riserva il diritto di rivedere o bloccare completamente i commenti sul blog. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della testata ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento.

60MO ANNIVERSARIO DEI TRATTATI DI ROMA: “IL RILANCIO DELL’EUROPA: DALLA CONFERENZA DI MESSINA AI TRATTATI DI ROMA: 1955-1957”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 13 minuti fa
*Le celebrazioni per il 60mo anniversario dei Trattati di Roma. Il Vertice del prossimo 25 marzo in Campidoglio, nella cornice della Sala degli Orazi e Curiazi che nel 1957 ospitò la firma dei Trattati di Roma, sarà un appuntamento di grande rilevanza per celebrare i risultati di 60 anni di integrazione e lavorare concretamente sul futuro del progetto europeo. La conferenza di Messina si tenne nel 1955, dal 1º al 3 giugno, a Messina.* 23/03/2017 - Oltre a contribuire alla definizione dei contenuti e degli obiettivi del Vertice, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione ... altro »

EUROPA DELLE BANCHE. LE CELEBRAZIONI PER IL 60MO ANNIVERSARIO DEI TRATTATI DI ROMA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 20 minuti fa
*Le celebrazioni per il 60mo anniversario dei Trattati di Roma. Il Vertice del prossimo 25 marzo in Campidoglio, nella cornice della Sala degli Orazi e Curiazi che nel 1957 ospitò la firma dei Trattati di Roma, sarà un appuntamento di grande rilevanza per celebrare i risultati di 60 anni di integrazione e lavorare concretamente sul futuro del progetto europeo. Oltre a contribuire alla definizione dei contenuti e degli obiettivi del Vertice, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha deciso di promuovere una serie di eventi in Italia e nel mondo attraver... altro »

PULIMENTO UNIVERSITÀ, LAVORATORI IN STATO DI AGITAZIONE PER IL MANCATO PAGAMENTO DELLE SPETTANZE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 33 minuti fa
Messina, 23 marzo 2017 – Potrebbe vedere uno spiraglio la vertenza relativa ai lavoratori impegnati nell’appalto di pulimento dell’Università di Messina. I 33 lavoratori della Con.For. Service, società esecutrice della convenzione stipulata con la Manitalidea, sono in stato di agitazione dallo scorso 16 marzo per il mancato pagamento delle spettanze relative al mese di febbraio. «Dopo il presidio effettuato nella giornata di ieri – spiegano Pancrazio Di Leo, Salvatore D’Agostino e Massimo Sili della Fisascat Cisl Messina – l’azienda ha provveduto al bonifico di un acconto del 50% d... altro »

EUROPA DELLE BANCHE. FINANZA ETICA PER UNA NUOVA EUROPA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 35 minuti fa
*Finanza etica per una nuova Europa. Proposte della Fondazione Finanza Etica (Gruppo Banca Etica) per “La Nostra Europa” a 60 anni dall'inizio dell’integrazione europea* Roma, 23 marzo 2017_Nuove regole per arginare la speculazione e per chiudere il casinò finanziario; stop alla demonizzazione degli investimenti e della spesa pubblica; sostegno alla finanza etica che favorisce lo sviluppo sostenibile e l’economia solidale. Sono questi gli ingredienti della ricetta della Finanza Etica per rimettere la solidarietà e la cooperazione al centro della missione dell’Europa. Il documento è... altro »

TRIBUNALE BARCELLONA, INTERROGAZIONE DEL M5S PER AVERE RISPOSTE UFFICIALI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 45 minuti fa
*Comunicato stampa del deputato Alessio Villarosa su un'interrogazione relativa al Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto che il deputato sta cercando di trasformare in un Question Time in Commissione per avere al più presto risposte ufficiali dal ministro* Barcellona P.G. (Me), 23/03/2017 - E’ stata presentata, nei giorni scorsi, a firma del deputato Villarosa, una interrogazione parlamentare avente come oggetto alcuni dei problemi che si riscontrano nella struttura Barcellonese, in particolar modo per quanto riguarda il numero di magistrati realmente operanti. Alla fine di questo... altro »

CADERE DALLE NUBI, IL NUOVO ATLANTE INTERNAZIONALE DELLE NUBI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 51 minuti fa
*L'Organizzazione meteo mondiale, dopo diversi decenni, pubblica ufficialmente il nuovo Atlante internazionale delle nubi in occasione della Giornata mondiale della meteorologia che si tiene oggi. * Roma, 23/03/2017 – Per trovare una nube basta collegarsi al link https://www.wmocloudatlas.org/search-image-gallery.html dove, tramite un percorso guidato si giunge alla foto e alla descrizione della nube o più semplicemente, cliccando sulle foto si ha la descrizione. Il sistema di classificazione delle nubi attualmente adottato venne ideato nel 1803 da Luc Howard, autore del volume 'Th... altro »

“MEUCCI IL FIGLIO DEL... TELEFONO, MENDICANTE A TINDARI", DOMANI A CAPO D’ORLANDO LA PRESENTAZIONE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 1 ora fa
*La triste e complicata vicenda di Carlo Meucci, figlio dell'inventore del telefono, vissuto a Tindari e sepolto a Patti nel 1966 rivive nel libro di Mimmo Mollica "Meucci il figlio del... telefono, mendicante a Tindari", edito da Armenio* Capo d'Orlando, 23/03/2017 - Il libro verrà presentato domani, venerdì 24 marzo, alle 18, presso la Biblioteca comunale di Capo d'Orlando. Coordina l'evento Carlo Sapone, responsabile della biblioteca comunale di Capo d'Orlando. Interverranno l'autore Mimmo Mollica, la psicologa Oriana Tumeo, l'assessore alla Cultura Cristian Gierotto, mentre Cinz... altro »