LAPIDE FASCISTA FA ARRABBIARE I PARTIGIANI, FORZA NUOVA: "NEVROSI ANTIFASCISTA…”

Palermo 9 sett. 2016 - L’operazione di pulizia di una scritta risalente al 1928, che riporta queste parole di Mussolini : “Nessuno pensi di piegarci senza aver prima combattuto” -  posta sulla facciata del numero 96 di corso Fedele Vitale, a Gangi (Pa), ha fatto scaldare gli animi della sezione palermitana dell'Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d'Italia), diventando un piccolo caso nazionale.
Attraverso la voce del presidente partigiano onorario, gli eredi dei partigiani hanno manifestato la propria contrarietà nei confronti del sindaco, qualora non avesse provveduto immediatamente alla rimozione dell’”oltraggioso”reperto, per apologia di fascismo.
“Esprimiamo la nostra sincera solidarietà al sindaco Ferrarello e ai privati che hanno finanziato l'operazione di pulizia di un documento storico, investiti dalla solita sclerotica e livorosa nevrosi antifascista degli aderenti all’Anpi, sempre attenti, per dare un senso alla propria esistenza - e ai relativi contributi statali - a rintracciare in ogni momento i fantasmi di un nemico che i loro nonni non seppero mai affrontare faccia a faccia", è il commento della segreteria provinciale di Forza Nuova Palermo".

"L’Anpi solleva sempre polemiche ridicole, in questo caso infuriandosi per una scritta autografa del Duce in cui si fa preciso riferimento alla storia della bella cittadina madonita ed alla irriducibile lotta contro la mafia di cui fu protagonista il prefetto Mori, la cui opera meritoria è riconosciuta dalla storia".

Commenti