ITALIANI ALL'ESTERO. 'BISOGNA TORNARE AD ATTRARRE, FARE HUB PER TALENTI'

Roma, 7 ott. 2016 - "Renzi, da quasi tre anni a Palazzo Chigi, si dice ferito dai numeri degli italiani che se ne vanno a lavorare all'estero e che, quindi, 'bisogna tornare ad attrarre, fare hub per talenti'. Musica per tutte le orecchie. Il Premier Matteo Renzi, se vuole, ha tutti gli strumenti per passare ai fatti mettendo subito in pratica quanto detto: inserisca nella legge di Stabilita' norme per ampliare la legge sul 'rientro dei cervelli', attraverso la semplificazione burocratica e l'implementazione degli incentivi e sgravi fiscali, nonche' l'estensione della platea dei beneficiari al mondo assicurativo, bancario, finanziario e all'universo economico". È quanto dichiara il deputato Alessandro PAGANO, componente della commissione Finanze.

"Le proposte gia' ci sono, nero su bianco, nella risoluzione a prime firme PAGANO, Bombassei e presentata in commissione Finanze. La manovra - prosegue - consiste nel dare maggiori deduzioni fiscali per quanti rientrano nel nostro Paese ed e' a costo zero per lo Stato perche', in atto, questi soggetti non sono contribuenti del fisco italiano. Oggi ci sono tutti i presupposti e le condizioni perche' il Governo si muova in questa direzione. Dopo Brexit, c'e' la possibilita' concreta per Milano di diventare la nuova City dell'Eurozona, proprio uno di quegli hub per talenti di cui parla Renzi. Tema del quale se ne parlera' dalla prossima settimana in commissione Finanze e contemporaneamente - conclude PAGANO- in una iniziativa promossa dal comitato Select Milano proprio nel capoluogo lombardo".


Commenti