DACIA MARAINI NEL CASTELLO CHE FU DEGLI ALLIATA FESTEGGIA I SUOI PRIMI 80 ANNI

«Io non ne volevo sapere di loro. Mi erano estranei, sconosciuti. Li avevo ripudiati per sempre già da quando avevo nove anni ed ero tornata dal Giappone affamata, poverissima. […] Io stavo dalla parte di mio padre che aveva dato un calcio alle sciocchezze di quei principi arroganti rifiutando una contea che pure gli spettava in quanto marito della figlia maggiore del duca che non lasciava eredi. […] E invece eccoli lì, mi sono cascati addosso tutti assieme, con un rumore di vecchie ossa, nel momento in cui ho deciso, dopo anni e anni di rinvii e di rifiuti, di parlare della Sicilia. Non di una Sicilia immaginaria, di una Sicilia letteraria, sognata, mitizzata.» (Dacia Maraini, Bagheria).

Campofelice di Roccella (Pa), 08/11/2016 – Dacia Maraini, figlia primogenita dello scrittore ed etnologo toscano Fosco Maraini e della principessa siciliana Topazia Alliata, dell'antico casato siciliano degli Alliata di Salaparuta, ieri ha messo piede in quella Torre (o Castello) di Roccella, in riva al mare di Campofelice di Roccella, in provincia di Palermo, che fu di Francesco Ventimiglia (1371), conte di Geraci e Collesano, al quale Re Federico IV d’Aragona concedeva di estrarre ogni anno duemila salme di frumento, e che nel 1507 la Corona vendette ad Antonio Alliata. Gli Alliata ne mantennero il possesso fino alla metà del seicento, perdendo il feudo della Roccella.
Proprio il Castello di Roccella ha ospitato ieri Dacia Maraini e il suo romanzo ‘La bambina e il sognatore’, nell’ambito della rassegna Incontri d'autore promossa da SiciliAntica con il patrocinio del comune di Campofelice.
Il tavolo dei relatori nel Castello di Roccella
Dacia Maraini tornata in Italia dal Giappone, dove la famiglia fu internata in un campo di concentramento, si trasferì in Sicilia, presso i nonni materni, nella Villa Valguarnera di Bagheria: Dacia, figlia della principessa siciliana Topazia Alliata, dell'antico casato siciliano degli Alliata di Salaparuta. Topazia, principessa e pittrice, alla guida delle cantine di Casteldaccia, creatrice del "Colomba platino", rinomato vino bianco a marchio "Corvo", impegnata a risollevare le sorti dell'azienda, fu poi costretta a venderla, nel 1959, interrompendo la storia secolare che legava la famiglia Alliata alle cantine vinicole di Casteldaccia. Topazia muore a Roma il 23 novembre 2015 all'età di centodue anni, ma viene sepolta nel cimitero di Casteldaccia, accanto al padre Enrico.

La scrittrice Dacia Maraini con l'editor Ornella Fanzone
Ed è proprio alla sepoltura dei morti che Dacia Maraini dedica uno dei suoi apprezzati interventi, biasimando, seppure con parole misurate e rispettose, la pessima usanza di mettere a dimora i morti in casse di legno e zinco per poi ubicarle in quelle terribili celle di cemento che ripropongono la cultura del cemento e della cementificazione, come infelici dimore condominiali, succedanee costruzioni dell’edilizia speculativa popolare o borghese, dove non trova pace né dignità l’anima umana, né la memoria dei defunti.
Secondo Dacia Maraini, rispettoso e dignitoso sarebbe inumare i morti, metterli a dimora nella nuda terra. Quella sarebbe la cosa giusta per la Maraini che già in passato aveva affidato al Corriere della Sera la sua indignazione (per altri aspetti), considerando che l'inumazione nella nuda terra è tra le più antiche modalità rituali, sin dal Paleolitico superiore nel culto dei morti, con tombe scavate nel terreno.

Dacia Maraini nel Castello di Roccella riceve domande sul suo romanzo La bambina e il sognatore e risponde le sue… risposte, tirando in ballo Carlo Collodi e il suo Pinocchio, facendo notare al numeroso pubblico presente come l’opera di Collodi continui ad essere stampata in tutto il mondo, al pari della Bibbia o de Il Profeta di Gibran. E si sofferma sul grande desiderio di maternità (o paternità?) di Mastro Geppetto, il più povero dei poveri, il più semplice tra i semplici, capace di provare il desiderio, tanto da volerlo ‘partorire’ lui stesso quel figlio, così come possibile, di legno.

Dacia Maraini spiega le chiavi di lettura di un capolavoro letterario, ma pure quel desiderio di dare la vita ad un bambino che non è prerogativa sentimentale esclusiva della femmina ma anche del maschio. Per Dacia Maraini il romanzo ''Pinocchio'' è una cornucopia di simboli e metafore, e Geppetto è modello di “inconscio sentire”, con la sua voglia di maternità che fa di lui non solo il padre ma al contempo la madre. Si allude al fatto che che l’adozione di un bambino possa essere accordata anche a persone di uno stesso sesso? Che un uomo (e basta) possa avere il sentimento e il diritto di adottare un figlio? Dacia Maraini esalta la portata letteraria e linguistica di Pinocchio, ne innalza attualità e valori e ribadisce l'importanza di leggere il romanzo di Collodi, nelle scuole come a casa.
Dacia Maraini firma le copie del suo libro La bambina e il sognatore 
Il Castello di Roccella ha dato così vita ad un incontro davvero ben riuscito, festeggiando con una settimana di anticipo l’ottantesimo compleanno della grande scrittrice, nata a Fiesole il 13 novembre 1936,  e il suo romanzo La bambina e il sognatore, nell’ambito della rassegna Incontri d'autore al Castello promossa dalla sede di Campofelice di Roccella di SiciliAntica con il patrocinio del comune di Campofelice. Sono intervenuti il sindaco di Campofelice di Roccella Massimo Battaglia, l'assessore alla cultura Michela Taravella e il presidente della sede locale di SiciliAntica Domenica Barbera. Modera Alfonso Lo Cascio della Presidenza regionale di SiciliAntica. L'attore Damiano Giunta ha letto alcuni brani tratti dal romanzo della Maraini, La bambina e il sognatore.                                    
Mimmo Mòllica

0 commenti:

Posta un commento

NEBRODI E DINTORNI © Le cose e i fatti visti dai Nebrodi, oltre i Nebrodi. Blog, testata giornalistica registrata al tribunale il 12/3/1992.
La redazione si riserva il diritto di rivedere o bloccare completamente i commenti sul blog. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della testata ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento.

60MO ANNIVERSARIO DEI TRATTATI DI ROMA: “IL RILANCIO DELL’EUROPA: DALLA CONFERENZA DI MESSINA AI TRATTATI DI ROMA: 1955-1957”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 13 minuti fa
*Le celebrazioni per il 60mo anniversario dei Trattati di Roma. Il Vertice del prossimo 25 marzo in Campidoglio, nella cornice della Sala degli Orazi e Curiazi che nel 1957 ospitò la firma dei Trattati di Roma, sarà un appuntamento di grande rilevanza per celebrare i risultati di 60 anni di integrazione e lavorare concretamente sul futuro del progetto europeo. La conferenza di Messina si tenne nel 1955, dal 1º al 3 giugno, a Messina.* 23/03/2017 - Oltre a contribuire alla definizione dei contenuti e degli obiettivi del Vertice, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione ... altro »

EUROPA DELLE BANCHE. LE CELEBRAZIONI PER IL 60MO ANNIVERSARIO DEI TRATTATI DI ROMA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 20 minuti fa
*Le celebrazioni per il 60mo anniversario dei Trattati di Roma. Il Vertice del prossimo 25 marzo in Campidoglio, nella cornice della Sala degli Orazi e Curiazi che nel 1957 ospitò la firma dei Trattati di Roma, sarà un appuntamento di grande rilevanza per celebrare i risultati di 60 anni di integrazione e lavorare concretamente sul futuro del progetto europeo. Oltre a contribuire alla definizione dei contenuti e degli obiettivi del Vertice, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha deciso di promuovere una serie di eventi in Italia e nel mondo attraver... altro »

PULIMENTO UNIVERSITÀ, LAVORATORI IN STATO DI AGITAZIONE PER IL MANCATO PAGAMENTO DELLE SPETTANZE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 33 minuti fa
Messina, 23 marzo 2017 – Potrebbe vedere uno spiraglio la vertenza relativa ai lavoratori impegnati nell’appalto di pulimento dell’Università di Messina. I 33 lavoratori della Con.For. Service, società esecutrice della convenzione stipulata con la Manitalidea, sono in stato di agitazione dallo scorso 16 marzo per il mancato pagamento delle spettanze relative al mese di febbraio. «Dopo il presidio effettuato nella giornata di ieri – spiegano Pancrazio Di Leo, Salvatore D’Agostino e Massimo Sili della Fisascat Cisl Messina – l’azienda ha provveduto al bonifico di un acconto del 50% d... altro »

EUROPA DELLE BANCHE. FINANZA ETICA PER UNA NUOVA EUROPA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 35 minuti fa
*Finanza etica per una nuova Europa. Proposte della Fondazione Finanza Etica (Gruppo Banca Etica) per “La Nostra Europa” a 60 anni dall'inizio dell’integrazione europea* Roma, 23 marzo 2017_Nuove regole per arginare la speculazione e per chiudere il casinò finanziario; stop alla demonizzazione degli investimenti e della spesa pubblica; sostegno alla finanza etica che favorisce lo sviluppo sostenibile e l’economia solidale. Sono questi gli ingredienti della ricetta della Finanza Etica per rimettere la solidarietà e la cooperazione al centro della missione dell’Europa. Il documento è... altro »

TRIBUNALE BARCELLONA, INTERROGAZIONE DEL M5S PER AVERE RISPOSTE UFFICIALI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 45 minuti fa
*Comunicato stampa del deputato Alessio Villarosa su un'interrogazione relativa al Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto che il deputato sta cercando di trasformare in un Question Time in Commissione per avere al più presto risposte ufficiali dal ministro* Barcellona P.G. (Me), 23/03/2017 - E’ stata presentata, nei giorni scorsi, a firma del deputato Villarosa, una interrogazione parlamentare avente come oggetto alcuni dei problemi che si riscontrano nella struttura Barcellonese, in particolar modo per quanto riguarda il numero di magistrati realmente operanti. Alla fine di questo... altro »

CADERE DALLE NUBI, IL NUOVO ATLANTE INTERNAZIONALE DELLE NUBI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 51 minuti fa
*L'Organizzazione meteo mondiale, dopo diversi decenni, pubblica ufficialmente il nuovo Atlante internazionale delle nubi in occasione della Giornata mondiale della meteorologia che si tiene oggi. * Roma, 23/03/2017 – Per trovare una nube basta collegarsi al link https://www.wmocloudatlas.org/search-image-gallery.html dove, tramite un percorso guidato si giunge alla foto e alla descrizione della nube o più semplicemente, cliccando sulle foto si ha la descrizione. Il sistema di classificazione delle nubi attualmente adottato venne ideato nel 1803 da Luc Howard, autore del volume 'Th... altro »

“MEUCCI IL FIGLIO DEL... TELEFONO, MENDICANTE A TINDARI", DOMANI A CAPO D’ORLANDO LA PRESENTAZIONE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 1 ora fa
*La triste e complicata vicenda di Carlo Meucci, figlio dell'inventore del telefono, vissuto a Tindari e sepolto a Patti nel 1966 rivive nel libro di Mimmo Mollica "Meucci il figlio del... telefono, mendicante a Tindari", edito da Armenio* Capo d'Orlando, 23/03/2017 - Il libro verrà presentato domani, venerdì 24 marzo, alle 18, presso la Biblioteca comunale di Capo d'Orlando. Coordina l'evento Carlo Sapone, responsabile della biblioteca comunale di Capo d'Orlando. Interverranno l'autore Mimmo Mollica, la psicologa Oriana Tumeo, l'assessore alla Cultura Cristian Gierotto, mentre Cinz... altro »