INPS, DIMISSIONI DEL DIRETTORE GENERALE: NON POTEVA ATTUARE UNA RIFORMA IN CUI NON CREDEVA

Roma, 22 novembre 2016 - "Ringrazio Massimo Cioffi per il lavoro svolto in 21 mesi alla Direzione generale dell'Istituto e apprezzo la sua sensibilità istituzionale e coerenza nel rimettere il mandato. Ha dichiarato in modo aperto le sue divergenze e non poteva essere chiamato ad attuare una riforma organizzativa in cui aveva mostrato di non credere", ad affermarlo è il presidente dell'Inps, Tito Boeri, in seguito alla scelta del Direttore generale di rassegnare le dimissioni.
Il direttore vicario, Vincenzo Damato, assumerà le funzioni del Direttore generale fino a nuova nomina. Questo garantirà la piena continuità delle attività dell'istituto.

Commenti