MESSINA, ACCORINTI INDAGATO SI DIFENDE: "ECCO IL LAVORO SVOLTO CONTRO IL DEGRADO"

26/12/2016 - Avviso di garanzia per il Sindaco di Mesina,Renato Accorinti, che chiede di essere ascoltato il più presto possibile dalla magistratura riponendo la massima fiducia, per poter esporre il lavoro svolto in tre anni e mezzo per il recupero del degrado generatosi negli ultimi 30-40 anni. Accorinti, che è accusato di reati ambientali, ha appreso di essere indagato dalla procura della Repubblica messinese attraverso un pool interforze composto da Carabinieri, Guardia forestale e Guardia costiera: sequestrati 9 punti dove le condotte fognarie scaricano direttamente in mare liquami fognari “altamente inquinanti”. L’indagine è coordinata dal procuratore Vincenzo Barbaro, che dopo Guido Lo Forte regge l’interim della procura peloritana.

Notificati gli avvisi di garanzia al sindaco Accorinti, al dirigente comunale Antonio Amato, a Leonardo Termini e a Luigi La Rosa, rispettivamente presidente ed ex direttore generale di Anam, la società partecipata messinese che gestisce il servizio idrico, tutti accusati a vario titolo di diversi reati di natura ambientale (Nove torrenti più il quadro dei comandi del depuratore di Mili. ).

In relazione all’avviso di garanzia ricevuto, il Sindaco Renato Accorinti annuncia che chiederà di essere ascoltato con immediatezza dalla magistratura in cui ripone la massima fiducia, al fine di poter esporre l’intenso e continuo lavoro posto in essere in questi tre anni e mezzo per recuperare situazioni di degrado generatesi negli ultimi 30-40 anni.

Per conoscenza di tutti è preliminarmente utile fare il punto della situazione della città in materia di scarichi fognari.

Fino agli anni 60 tutte le fognature della città scaricavano a mare e solo dopo la legge 319/76 e la norma regionale n. 27/86 furono realizzati il collettore ”Cassina” e il depuratore di Mili che avevano il compito di raccogliere e convogliare tutti gli scarichi fognari (quelli da Guardia a nord nel collettore “Cassina” e quelli da Guardia a Sud nel depuratore di Mili.) Purtroppo è storia nota che moltissimi scarichi non furono convogliati o allacciati e ancora più sono quelli che successivamente agli anni 80 (cioè da 30 anni a oggi) non sono stati allacciati e scaricano abusivamente in torrenti o nelle condutture per la raccolta delle acque bianche.

Quanto emerge è che c’è un grande lavoro da fare e questa Amministrazione lo sta facendo con impegno e con piena coscienza della difficile situazione ereditata.

Nel difficile quadro di dissesto (ambientale/idrogeologico/sociale/finanziario) che l’amministrazione ha affrontato dalla seconda metà del 2013, è stata realizzata una intensa e importantissima attività progettuale, sulla cui base sono state intercettate risorse significative per intervenire in questo settore, da sempre ritenuto prioritario da questa Amministrazione.

Appena insediata, pur in assenza di risorse specifiche, l’amministrazione ha avviato interventi di pulizia, diserbo, bonifiche e sagomatura dei torrenti anche stipulando protocollo d’intesa con l’ESA e utilizzando i mezzi dell’autoparco comunale. È stato organizzato un sistema di manutenzione dei torrenti che prevede interventi su circa 20 torrenti l’anno (gli interventi sono concordati con le Circoscrizioni).

La città di Messina ha destinato oltre il 30% delle risorse del Masterplan (32,3 milioni di euro su 105) per interventi di tutela dell’ambiente, protezione del rischio idrogeologico e interventi sulle infrastrutture strategiche (acquedotto), di cui 1 milione espressamente dedicato a interventi di adeguamento e controllo degli scarichi fognari su nove impianti del canale collettore “Cassina” nel tratto Guardia-Mili.

Dopo un lungo e complesso lavoro di programmazione svolto negli ultimi anni l’Amministrazione è riuscita ad ottenere numerosi e importanti finanziamenti. DI seguito l’elenco dei progetti già finanziati relativamente ai torrenti per i quali è programmato l’avvio della spesa nel corso del 2017:

Riqualificazione ambientale e risanamento igienico-sanitario dell’alveo del torrente Cataratti-Bisconte e opere varie € 29.990.000,00; (Finanziato dalla Regione con protocollo d’intesa sottoscritto il 22 ottobre 2016).
Sistemazione idraulica del torrente Annunziata e ricostruzione dell’alveo dissestato € 2.000.000,00 (Finanziato dalla Regione con protocollo d’intesa sottoscritto il 22 ottobre 2016).
Lavori di messa in sicurezza dell’attraversamento del torrente Portella Arena in corrispondenza della cooperativa Futura € 650.000,00 (Finanziato nel Masterplan Città di Messina).
Mitigazione del rischio Alluvione con opere di sistemazione in alveo e dei sistemi arginali dei torrenti Larderia, Papardo, Salemi-Gesso, Ortoliuzzo a salvaguardia della popolazione e del tessuto economico € 47.888.207,30 di cui finanziati € 7.943.119,02 (Finanziati nel Masterplan Città di Messina).
Lavori per la mitigazione del rischio idraulico mediante l’eliminazione di alcuni attraversamenti e guadi nei torrenti con la realizzazione di manufatti preferibilmente prefabbricati a tutela della sicurezza pubblica € 3.000.000,00 (Finanziato nel Masterplan Città di Messina).
Progetto sistemazione idraulica Bordonaro superiore € 3.470.000,00 (Finanziato nel Patto per la Sicilia)
Oltre ai progetti prima elencati, in base a quanto affermato dal Commissario Delegato per il rischio idrogeologico in Sicilia nell’incontro del 21 dicembre 2016, hanno ottenuto un punteggio Rendis (è il sistema di punteggio per ottenere i finanziamenti) superiore a 70 punti, è questo il limite inferiore per essere finanziati, progetti per tutela ambientale per un totale di 160 mln di €. Si evidenzia che il progetto per gli interventi nei torrenti San Filippo, Zafferia, Mili e Marmora per un importo di 104 mln di € ha avuto il più alto punteggio in tutta la Regione e dunque dovrebbe essere finanziato con certezza.



Oltre agli interventi eseguiti dell’Amministrazione vi è quanto posto in essere da Amam, il cui presidente dott. Leonardo Termini chiede come il Sindaco di essere sentito dalla magistratura, negli ultimi 18 mesi e precisamente:

Orto Liuzzo, sistemazione della condotta fognaria lungo la via marina.
Torrente Marmora, sistemazione della condotta fognaria che attraversa il torrente.
Santo Saba, interventi di sistemazione condotte fognarie e impianti di sollevamento ricadenti nel villaggio.
Acqualadroni, rifacimento tratti della condotta fognaria ricadenti all’interno del villaggio.
Torre Faro, sistemazione fognatura in via Torre.
Ganzirri, interventi di pulizia delle condotte
Via Consolare Pompea, interventi di pulizia sul collettore Cassina e sulla rete vecchia
Annunziata, eliminati tutti gli sversamenti fognari presenti nella parte scoperta del torrente.
Annunziata, sistemazione condotte fognarie e avvio pulizia condotte su viale Regina Elena (già eseguiti 250 m).
Campo Italia, sistemazione condotta fognaria e corretto convogliamento acque piovane.
Viale della Libertà, sistemazione condotta fognaria.
Torrente Bisconte, interventi per eliminare la fognatura dalla condotta delle acque piovane.
Mili San Pietro, interventi per eliminare la fognatura dal torrente.
Torrente San Filippo , interventi per eliminare la fognatura dal torrente.
Galati San Anna, interventi per eliminare la fognatura dal torrente.
Galati Santa Lucia, interventi per eliminare la fognatura dal torrente.
Zafferia, interventi per eliminare la fognatura dal torrente.
In merito ai depuratori l’amministrazione ha compiuto tutto ciò che era nelle sue competenze per la realizzazione degli interventi finanziati (40 milioni) sul depuratore di Tono; la Regione non ha però emesso i decreti di finanziamento. L’opera è adesso commissariata dal Governo che ha nominato come commissario l’assessora Contraffatto, l’iter dopo il commissariamento è finalmente ripartito.

Per il depuratore di Mili sono state acquistate le coperture per le vasche degli ispessitori e della vasca di sollevamento iniziale per eliminare i cattivi odori a Mili, le coperture sono già preso il depuratore e la loro istallazione è prevista per il mese di gennaio 2017.

Sempre per il depuratore di Mili è stato finanziato con 10 mln di € il Revamping dell’impianto nel Masterplan per la Città di Messina.

0 commenti:

Posta un commento

NEBRODI E DINTORNI © Le cose e i fatti visti dai Nebrodi, oltre i Nebrodi. Blog, testata giornalistica registrata al tribunale il 12/3/1992.
La redazione si riserva il diritto di rivedere o bloccare completamente i commenti sul blog. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della testata ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento.

60MO ANNIVERSARIO DEI TRATTATI DI ROMA: “IL RILANCIO DELL’EUROPA: DALLA CONFERENZA DI MESSINA AI TRATTATI DI ROMA: 1955-1957”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 13 minuti fa
*Le celebrazioni per il 60mo anniversario dei Trattati di Roma. Il Vertice del prossimo 25 marzo in Campidoglio, nella cornice della Sala degli Orazi e Curiazi che nel 1957 ospitò la firma dei Trattati di Roma, sarà un appuntamento di grande rilevanza per celebrare i risultati di 60 anni di integrazione e lavorare concretamente sul futuro del progetto europeo. La conferenza di Messina si tenne nel 1955, dal 1º al 3 giugno, a Messina.* 23/03/2017 - Oltre a contribuire alla definizione dei contenuti e degli obiettivi del Vertice, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione ... altro »

EUROPA DELLE BANCHE. LE CELEBRAZIONI PER IL 60MO ANNIVERSARIO DEI TRATTATI DI ROMA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 20 minuti fa
*Le celebrazioni per il 60mo anniversario dei Trattati di Roma. Il Vertice del prossimo 25 marzo in Campidoglio, nella cornice della Sala degli Orazi e Curiazi che nel 1957 ospitò la firma dei Trattati di Roma, sarà un appuntamento di grande rilevanza per celebrare i risultati di 60 anni di integrazione e lavorare concretamente sul futuro del progetto europeo. Oltre a contribuire alla definizione dei contenuti e degli obiettivi del Vertice, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha deciso di promuovere una serie di eventi in Italia e nel mondo attraver... altro »

PULIMENTO UNIVERSITÀ, LAVORATORI IN STATO DI AGITAZIONE PER IL MANCATO PAGAMENTO DELLE SPETTANZE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 33 minuti fa
Messina, 23 marzo 2017 – Potrebbe vedere uno spiraglio la vertenza relativa ai lavoratori impegnati nell’appalto di pulimento dell’Università di Messina. I 33 lavoratori della Con.For. Service, società esecutrice della convenzione stipulata con la Manitalidea, sono in stato di agitazione dallo scorso 16 marzo per il mancato pagamento delle spettanze relative al mese di febbraio. «Dopo il presidio effettuato nella giornata di ieri – spiegano Pancrazio Di Leo, Salvatore D’Agostino e Massimo Sili della Fisascat Cisl Messina – l’azienda ha provveduto al bonifico di un acconto del 50% d... altro »

EUROPA DELLE BANCHE. FINANZA ETICA PER UNA NUOVA EUROPA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 35 minuti fa
*Finanza etica per una nuova Europa. Proposte della Fondazione Finanza Etica (Gruppo Banca Etica) per “La Nostra Europa” a 60 anni dall'inizio dell’integrazione europea* Roma, 23 marzo 2017_Nuove regole per arginare la speculazione e per chiudere il casinò finanziario; stop alla demonizzazione degli investimenti e della spesa pubblica; sostegno alla finanza etica che favorisce lo sviluppo sostenibile e l’economia solidale. Sono questi gli ingredienti della ricetta della Finanza Etica per rimettere la solidarietà e la cooperazione al centro della missione dell’Europa. Il documento è... altro »

TRIBUNALE BARCELLONA, INTERROGAZIONE DEL M5S PER AVERE RISPOSTE UFFICIALI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 45 minuti fa
*Comunicato stampa del deputato Alessio Villarosa su un'interrogazione relativa al Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto che il deputato sta cercando di trasformare in un Question Time in Commissione per avere al più presto risposte ufficiali dal ministro* Barcellona P.G. (Me), 23/03/2017 - E’ stata presentata, nei giorni scorsi, a firma del deputato Villarosa, una interrogazione parlamentare avente come oggetto alcuni dei problemi che si riscontrano nella struttura Barcellonese, in particolar modo per quanto riguarda il numero di magistrati realmente operanti. Alla fine di questo... altro »

CADERE DALLE NUBI, IL NUOVO ATLANTE INTERNAZIONALE DELLE NUBI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 51 minuti fa
*L'Organizzazione meteo mondiale, dopo diversi decenni, pubblica ufficialmente il nuovo Atlante internazionale delle nubi in occasione della Giornata mondiale della meteorologia che si tiene oggi. * Roma, 23/03/2017 – Per trovare una nube basta collegarsi al link https://www.wmocloudatlas.org/search-image-gallery.html dove, tramite un percorso guidato si giunge alla foto e alla descrizione della nube o più semplicemente, cliccando sulle foto si ha la descrizione. Il sistema di classificazione delle nubi attualmente adottato venne ideato nel 1803 da Luc Howard, autore del volume 'Th... altro »

“MEUCCI IL FIGLIO DEL... TELEFONO, MENDICANTE A TINDARI", DOMANI A CAPO D’ORLANDO LA PRESENTAZIONE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 1 ora fa
*La triste e complicata vicenda di Carlo Meucci, figlio dell'inventore del telefono, vissuto a Tindari e sepolto a Patti nel 1966 rivive nel libro di Mimmo Mollica "Meucci il figlio del... telefono, mendicante a Tindari", edito da Armenio* Capo d'Orlando, 23/03/2017 - Il libro verrà presentato domani, venerdì 24 marzo, alle 18, presso la Biblioteca comunale di Capo d'Orlando. Coordina l'evento Carlo Sapone, responsabile della biblioteca comunale di Capo d'Orlando. Interverranno l'autore Mimmo Mollica, la psicologa Oriana Tumeo, l'assessore alla Cultura Cristian Gierotto, mentre Cinz... altro »