CITTÀ METROPOLITANE E NEI LIBERI CONSORZI: RINVIATE LE ELEZIONI IN VISTA DELLA MODIFICA DELLA LEGGE

2 febbraio 2017 – L'Assemblea Regionale Siciliana ha rinviato le elezioni di secondo livello nelle Città Metropolitane e nei Liberi Consorzi che avrebbero dovuto svolgersi nella giornata del 26 Febbraio prossimo venturo. Tale rinvio è stato deciso in vista di una probabile modifica della legge. Da alcuni anni il popolo siciliano assiste a continue proroghe dei Commissari, nominati dal Presidente della Regione Rosario Crocetta,a gestire le ormai ex Province ed a numerosi conseguenziali rimbalzi di responsabilità in merito alla gestione di tali Enti in crisi a causa della mancanza di fondi necessari per una corretta amministrazione.

Bisogna necessariamente mettere al centro dell'attenzione la popolazione con il ritorno all'elezione diretta dei propri rappresentanti e quindi riportando la democrazia e la libera scelta nei territori. Nei giorni scorsi a Roma c'è stato un primo incontro tra il Ministro per gli Affari Regionali, Enrico Costa ed una nutrita delegazione di rappresentanti del Parlamento regionale. Si è ampiamente discusso in merito all'eventuale proposta di riforma della legge sulle ex Province che al momento prevede la cosiddetta “elezione di secondo livello”: l'elettorato oggi sarebbe composto solo da consiglieri e sindaci in carica; mentre a Palazzo dei Normanni c'è una netta maggioranza che sembra voler tornare all'elezione diretta. Auguriamoci vivamente che si possa avviare un seria interlocuzione tra il Governo nazionale e quello regionale, in modo tale da varare una buona legge che faccia ripartire i Liberi Consorzi e le Città Metropolitane.

Nella foto: Da sinistra , Gianfranco Gentile, Senatore Bruno Mancuso, Onorevole Beppe Picciolo, Dott. Filippo Romano Commissario Citta' Metropolitana di Messina, Nino Interdonato, consigliere comunale di Messina.

Commenti