NUOVO SEGRETARIO ALLA FIT CISL DI MESSINA: È LETTERIO D’AMICO. DA MESSINAMBIENTE ALLA MOBILITÀ LE PROSSIME SFIDE PER IL SINDACATO DEI TRASPORTI

21 febbraio ’17 – Letterio D’Amico è il nuovo segretario di presidio della Fit Cisl Messina. È stato eletto oggi dal Congresso della Federazione Trasporti della Cisl che si è tenuto all’Hotel Royal di Messina alla presenza del segretario generale della Fit Cisl Sicilia, Amedeo Benigno, della segretaria organizzativa della Cisl Messina, Mariella Crisafulli e della segreteria regionale della Fit. A collaborare con D’Amico saranno Sebastiano Bonafede e Graziella Brigandì.
«Orgoglioso e con tanti stimoli – ha detto il neo segretario provinciale – c’è tanto da lavorare ma siamo pronti per una sfida che vogliamo vincere». Tante le vertenze sulle quali è impegnata la Fit Cisl, quella più recente è sul settore rifiuti. «Siamo stati presenti sin dall’inizio nella vertenza di Messinambiente – ha ricordato D’Amico – e siamo preoccupati anche perché domani ci sarà l’udienza fallimentare della società. Speriamo che il giudice conceda un termine che consenta il passaggio di tutti i lavoratori e delle attrezzature alla nuova società. Ma siamo preoccupati anche perché c’è il rischio di perdere qualche lavoratore e finché non c’è la firma del contratto di servizio non siamo tranquilli».

«Puntiamo molto sul decentramento – ha aggiunto Amedeo Benigno – e sul tenere fermi i punti di riferimento sul territorio e nelle aziende». Ma la Fit Cisl, ha ricordato il segretario regionale della Fit, sta lavorando su diversi fronti: «Siamo intanto molto soddisfatti per la battaglia che ha evitato la rottura di carico sullo Stretto di Messina. Adesso, però, dobbiamo spingere su come collegare la città con il resto della Sicilia e migliorare la viabilità a Messina. Inoltre dobbiamo vedere il piano di investimenti di Ferrovie dello Stato e cosa porterà la società unica Anas-Cas. Quella della mobilità è una sfida che la Sicilia, e anche Messina, deve vincere».
_______________
Un’opportunità per i soggetti che versano in condizioni di estremo disagio economico che non può essere sprecata. Così la Cisl di Messina, per mano del segretario generale Tonino Genovese, ha scritto ai sindaci della provincia per conoscere lo stato di attuazione del sostegno per l’inclusione attiva, la cosiddetta Carta SIA.
La Cisl intende effettuare un monitoraggio su base provinciale, per verificare i progetti e l'erogazione dell'intervento economico ed evitare che si vanifichino gli effetti di una normativa che tutela le fasce deboli e bisognose.
La Cisl ha chiesto ai sindaci di conoscere il numero di soggetti che hanno presentato domanda per ottenere il beneficio, il numero di domande accolte, il numero e la tipologia di progetti personalizzati redatti e loro stato di attuazione.

Commenti