AREE A RISCHIO INDUSTRIALE, SECONDO UNO STUDIO M5S È ALLARME INQUINAMENTO DA MILAZZO A GELA

Scatta l’interrogazione all’Ars. I deputati a Palazzo dei Normanni: “Regione Siciliana e Ministero poco trasparenti. Cosa hanno da nascondere? Pubblichino le autorizzazioni Aia e mettano le risorse per monitoraggio e prevenzione”.

Palermo 9 marzo 2017 - “Potenziare le risorse personali e materiali dell'Arpa nelle aree maggiormente industrializzate e istituire con urgenza un osservatorio permanente su neoplasie e malattie croniche, aspettative e qualità di vita e mortalità. La Regione Siciliana ed il Ministero dell’Ambiente non garantiscono la totale trasparenza sulle autorizzazioni ambientali. Serve un cambio di passo”.
Sono queste alcune delle richieste che i deputati M5S all’Ars pongono al Governo Crocetta in materia di risanamento ambientale nelle aree cosiddette a rischio ambientale di Priolo Gargallo, Melilli, Augusta, Gela, Milazzo. Per i deputati M5S a palazzo dei Normanni, l’interrogazione odierna, non rappresenta l’unico atto, infatti sul tema ci sono tra gli altri una mozione a firma Zito.

“L’interrogazione - spiegano i deputati - prende le mosse da uno studio commissionato proprio dal gruppo M5S all’Ars (visionabile qui) sulla qualità dell’aria nei siti siciliani dove insistono attività industriali e le ricadute sulla salute dei cittadini che vivono nelle aree limitrofe a quelle considerate a rischio. Sul sito del Ministero dell'Ambiente, nella sezione destinata alla pubblicazione dei documenti che attestano l'attuazione dell'AIA, manca molta documentazione, come i verbali e le relazioni relative alle ispezioni AIA da parte dei gruppi ispettivi formati da Ispra e dalle rispettive agenzie regionali Arpa o le relazioni annuali dei gestori con gli allegati relativi alla marcia impianti. I casi più eclatanti riguardano gli impianti delle raffinerie di Augusta, Gela e Priolo Gargallo. In questi casi la documentazione è completamente assente salvo quella relativa agli anni 2015 e antecedenti; per l'anno 2016 non si dispone di documenti che possano dare una chiara lettura delle emissioni dichiarate dai gestori degli impianti e in merito a quello che i gruppi ispettivi hanno riscontrato”.

“Cosa hanno da nascondere - sottolinea Giancarlo Cancelleri - Regione Siciliana e Ministero dell’Ambiente? Il nostro studio cerca di accendere i riflettori sulla presenza di inquinanti considerati cancerogeni, come le diossine, il mercurio, il piombo, l’arsenico, considerati, per la loro elevata pericolosità, indicatori della potenziale compromissione ambientale. Tali emissioni, cosiddette microinquinanti, non di rado sfuggono alle rilevazioni delle centraline urbane di monitoraggio, solitamente tarate per registrare nell’aria circostante solo i macroinquinanti e possono essere monitorate solo con attrezzature più specifiche per le quali quindi servono maggiori risorse”. “Per queste ragioni - conclude Stefano Zito - occorre che la Regione Siciliana preveda lo stanziamento di idonee risorse finanziarie, anche per la prevenzione e cura delle patologie nelle aree industriali così come previsto dalla legge regionale 5 del 2009”. Chiama in causa il Governo Italiano la portavoce M5S Maria Marzana: "Sono intollerabili - spiega Marzana - i ritardi e i vuoti normativi dinnanzi ai rischi per la salute dei cittadini. Il Governo nazionale non ha ancora provveduto a creare nelle zone industriali una rete di monitoraggio di rilevazione continua di inquinanti nell'aria, né ha integrato l'elenco delle emissioni inquinanti con quelle odorigene, dannose sia dal punto di vista fisico che morale. Occorre - conclude - che riveda le proprie priorità."




0 commenti:

Posta un commento

NEBRODI E DINTORNI © Le cose e i fatti visti dai Nebrodi, oltre i Nebrodi. Blog, testata giornalistica registrata al tribunale il 12/3/1992.
La redazione si riserva il diritto di rivedere o bloccare completamente i commenti sul blog. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della testata ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento.

60MO ANNIVERSARIO DEI TRATTATI DI ROMA: “IL RILANCIO DELL’EUROPA: DALLA CONFERENZA DI MESSINA AI TRATTATI DI ROMA: 1955-1957”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 13 minuti fa
*Le celebrazioni per il 60mo anniversario dei Trattati di Roma. Il Vertice del prossimo 25 marzo in Campidoglio, nella cornice della Sala degli Orazi e Curiazi che nel 1957 ospitò la firma dei Trattati di Roma, sarà un appuntamento di grande rilevanza per celebrare i risultati di 60 anni di integrazione e lavorare concretamente sul futuro del progetto europeo. La conferenza di Messina si tenne nel 1955, dal 1º al 3 giugno, a Messina.* 23/03/2017 - Oltre a contribuire alla definizione dei contenuti e degli obiettivi del Vertice, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione ... altro »

EUROPA DELLE BANCHE. LE CELEBRAZIONI PER IL 60MO ANNIVERSARIO DEI TRATTATI DI ROMA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 20 minuti fa
*Le celebrazioni per il 60mo anniversario dei Trattati di Roma. Il Vertice del prossimo 25 marzo in Campidoglio, nella cornice della Sala degli Orazi e Curiazi che nel 1957 ospitò la firma dei Trattati di Roma, sarà un appuntamento di grande rilevanza per celebrare i risultati di 60 anni di integrazione e lavorare concretamente sul futuro del progetto europeo. Oltre a contribuire alla definizione dei contenuti e degli obiettivi del Vertice, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha deciso di promuovere una serie di eventi in Italia e nel mondo attraver... altro »

PULIMENTO UNIVERSITÀ, LAVORATORI IN STATO DI AGITAZIONE PER IL MANCATO PAGAMENTO DELLE SPETTANZE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 33 minuti fa
Messina, 23 marzo 2017 – Potrebbe vedere uno spiraglio la vertenza relativa ai lavoratori impegnati nell’appalto di pulimento dell’Università di Messina. I 33 lavoratori della Con.For. Service, società esecutrice della convenzione stipulata con la Manitalidea, sono in stato di agitazione dallo scorso 16 marzo per il mancato pagamento delle spettanze relative al mese di febbraio. «Dopo il presidio effettuato nella giornata di ieri – spiegano Pancrazio Di Leo, Salvatore D’Agostino e Massimo Sili della Fisascat Cisl Messina – l’azienda ha provveduto al bonifico di un acconto del 50% d... altro »

EUROPA DELLE BANCHE. FINANZA ETICA PER UNA NUOVA EUROPA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 35 minuti fa
*Finanza etica per una nuova Europa. Proposte della Fondazione Finanza Etica (Gruppo Banca Etica) per “La Nostra Europa” a 60 anni dall'inizio dell’integrazione europea* Roma, 23 marzo 2017_Nuove regole per arginare la speculazione e per chiudere il casinò finanziario; stop alla demonizzazione degli investimenti e della spesa pubblica; sostegno alla finanza etica che favorisce lo sviluppo sostenibile e l’economia solidale. Sono questi gli ingredienti della ricetta della Finanza Etica per rimettere la solidarietà e la cooperazione al centro della missione dell’Europa. Il documento è... altro »

TRIBUNALE BARCELLONA, INTERROGAZIONE DEL M5S PER AVERE RISPOSTE UFFICIALI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 45 minuti fa
*Comunicato stampa del deputato Alessio Villarosa su un'interrogazione relativa al Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto che il deputato sta cercando di trasformare in un Question Time in Commissione per avere al più presto risposte ufficiali dal ministro* Barcellona P.G. (Me), 23/03/2017 - E’ stata presentata, nei giorni scorsi, a firma del deputato Villarosa, una interrogazione parlamentare avente come oggetto alcuni dei problemi che si riscontrano nella struttura Barcellonese, in particolar modo per quanto riguarda il numero di magistrati realmente operanti. Alla fine di questo... altro »

CADERE DALLE NUBI, IL NUOVO ATLANTE INTERNAZIONALE DELLE NUBI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 51 minuti fa
*L'Organizzazione meteo mondiale, dopo diversi decenni, pubblica ufficialmente il nuovo Atlante internazionale delle nubi in occasione della Giornata mondiale della meteorologia che si tiene oggi. * Roma, 23/03/2017 – Per trovare una nube basta collegarsi al link https://www.wmocloudatlas.org/search-image-gallery.html dove, tramite un percorso guidato si giunge alla foto e alla descrizione della nube o più semplicemente, cliccando sulle foto si ha la descrizione. Il sistema di classificazione delle nubi attualmente adottato venne ideato nel 1803 da Luc Howard, autore del volume 'Th... altro »

“MEUCCI IL FIGLIO DEL... TELEFONO, MENDICANTE A TINDARI", DOMANI A CAPO D’ORLANDO LA PRESENTAZIONE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 1 ora fa
*La triste e complicata vicenda di Carlo Meucci, figlio dell'inventore del telefono, vissuto a Tindari e sepolto a Patti nel 1966 rivive nel libro di Mimmo Mollica "Meucci il figlio del... telefono, mendicante a Tindari", edito da Armenio* Capo d'Orlando, 23/03/2017 - Il libro verrà presentato domani, venerdì 24 marzo, alle 18, presso la Biblioteca comunale di Capo d'Orlando. Coordina l'evento Carlo Sapone, responsabile della biblioteca comunale di Capo d'Orlando. Interverranno l'autore Mimmo Mollica, la psicologa Oriana Tumeo, l'assessore alla Cultura Cristian Gierotto, mentre Cinz... altro »