BETALAND METTE LA QUARTA, BATTUTA PASTA REGGIA CASERTA 74-71

La Betaland Capo d’Orlando ottiene la quarta vittoria consecutiva, importantissima in chiave playoff, contro una Pasta Reggia Caserta mai doma che esce dal campo sconfitta a testa altissima per 74-71. Caserta lotta fino alla fine, ma la spunta la Betaland, che consolida il quarto posto a sette giornate dalla fine.

19 MARZO 2017 - Il primo a trovare il fondo della retina è Iannuzzi, mentre dall'altro lato Putney, Giuri e Diawara danno vita al break casertano di 0-6 che si interrompe per un attimo con la bomba di Stojanovic, per proseguire poi con un altro 0-5 firmato Putney, Bostic e Watt che vale il +6 Caserta (5-11). La Betaland risponde con l'inchiodata di Iannuzzi, i liberi di Stojanovic e Delas che appoggia il pareggio a quota 11 chiudendo un parziale di 6-0. Al rientro dal time-out chiesto da coach Dell'Agnello Giuri mette l'11-13, poi le squadre restano a secco per tre minuti e a sbloccare il punteggio ci pensa Ivanovic. Gaddefors realizza, Iannuzzi risponde e Cinciarini chiude il primo quarto sul 15-17.

Il 4-0 firmato da Iannuzzi e Archie dai liberi apre il secondo quarto portando i padroni di casa sul +2 (19-17). Ma Bostic, Berisha e la schiacciata di Diawara costruiscono un altro 0-6 che porta gli ospiti sul +4 (19-23 dopo 14'). I ritmi sono alti e si gioca in equilibrio: con i liberi di Archie e la bomba di Ivanovic in transizione la Betaland è nuovamente avanti (24-23). La PastaReggia torna su con Watt e il tap-in di Putney, ma la bomba di Ivanovic vale il 27 pari dopo 16 minuti di gioco.
Il fallo tecnico fischiato a Dell'Agnello per proteste dà il via al 5/5 di Ivanovic dalla linea della carità che vale il +4 (34-30 a 2' dall'intervallo). Realizza Giuri, Tepic è preciso a tempo fermo e Putney manda le squadre negli spogliatoi sul 36 pari.

La schiacciata a due mani di Stojanovic in transizione apre il terzo quarto portando la Betaland sul +2 (38-36). Arriva però un altro break di 0-8 PastaReggia firmato da Putney, Berisha e Watt, che porta gli ospiti sul +6 (38-44 dopo 25'). Ma i biancoazzurri sono pronti a rispondere e con il tiro dalla media di Diener, il sottomano di Laquintana e la bomba della guardia di Fond Du Lac la Betaland è di nuovo sul +1 (45-44 al 27'). Iannuzzi protesta e si becca un fallo tecnico e poi in contropiede riporta avanti i suoi 49-47. Watt in tap-in mette il 49 pari, ma la bomba di Ivanovic e i liberi di Laquintana sono un nuovo +4 (53-49 al 29'). Watt ricuce, ma Iannuzzi e Laquintana chiudono il terzo quarto sul 57-53.

Tepic mette la bomba che apre l'ultimo quarto e poi serve dietro la testa Archie che mette il +9 (62-53 al 32'). Giuri mette la tripla dal palleggio, Ivanovic realizza dalla media e Iannuzzi dai liberi segna il massimo vantaggio Betaland: +10 (al 34' 66-56). I casertani non sono mai domi e Berisha mette due triple consecutive e per un nuovo sul -4 PastaReggia (66-62 quando mancano 4 minuti e mezzo alla sirena finale). Ivanovic realizza la palombella e Berisha si dimostra il vero trascinatore dei suoi mettendo un'altra bomba, seguita dai tiri liberi di Bostic che valgono il -1 Caserta (68-67 a 1'33'' dal termine). Stojanovic è l'uomo dei momenti chiave e la bomba del +4 a 1'10'' dalla fine è sua (71-67). Watt sfrutta il mismatch contro Ivanovic e mette in sottomano il -2 a 20'' dal termine. Ivanovic fa 2/2 e a 17'' dalla fine la Betaland è +4 (73-69). Bostic trova il canestro, ma il fallo su Tepic a 2'' dalla fine, che mette solo il primo e finisce 74-71.

Gennaro Di Carlo: “Prima di tutto complimenti a Caserta, che ha fatto la partita che doveva fare, mettendoci in difficoltà. Da questo punto di vista abbiamo fatto uno sforzo incredibile, è stata la partita più dura tra quelle giocate in casa. Abbiamo approcciato male, non siamo stati aggressivi e tenaci. Ce ne siamo resi conto e nei secondi due quarti, quando abbiamo iniziato a giocare di più in campo aperto, è cambiato tutto. Abbiamo svoltato la partita quando abbiamo iniziato a pensare di meno, attaccando con iniziativa da subito, senza aspettare gli ultimi 8 secondi. Adesso mancano sette giornate alla fine del campionato, vediamo i playoff e speriamo di raggiungerli matematicamente quanto prima. Solo dopo proveremo ad ottenere il migliore piazzamento possibile.”


Betaland Capo d’Orlando – Pasta Reggia Caserta 74-71 (15-17; 36-36; 57-53)
Betaland Capo d’Orlando: Munafò ne, Galipò ne, Tepic 8, Iannuzzi 14, Laquintana 5, Nicevic ne, Delas 2, Diener 5, Donda ne, Ivanovic 22, Archie 8, Stojanovic 10. All: Di Carlo.
Pasta Reggia Caserta: Berisha 16, Puoti ne, Diawara 4, Cinciarini 2, Ventrone ne, Putney 14, Gaddefors 2, Giuri 10, Bostic 7, Cefarelli ne, Watt 16, Johnson. All: Dell’Agnello

0 commenti:

Posta un commento

NEBRODI E DINTORNI © Le cose e i fatti visti dai Nebrodi, oltre i Nebrodi. Blog, testata giornalistica registrata al tribunale il 12/3/1992.
La redazione si riserva il diritto di rivedere o bloccare completamente i commenti sul blog. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della testata ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento.

60MO ANNIVERSARIO DEI TRATTATI DI ROMA: “IL RILANCIO DELL’EUROPA: DALLA CONFERENZA DI MESSINA AI TRATTATI DI ROMA: 1955-1957”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 13 minuti fa
*Le celebrazioni per il 60mo anniversario dei Trattati di Roma. Il Vertice del prossimo 25 marzo in Campidoglio, nella cornice della Sala degli Orazi e Curiazi che nel 1957 ospitò la firma dei Trattati di Roma, sarà un appuntamento di grande rilevanza per celebrare i risultati di 60 anni di integrazione e lavorare concretamente sul futuro del progetto europeo. La conferenza di Messina si tenne nel 1955, dal 1º al 3 giugno, a Messina.* 23/03/2017 - Oltre a contribuire alla definizione dei contenuti e degli obiettivi del Vertice, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione ... altro »

EUROPA DELLE BANCHE. LE CELEBRAZIONI PER IL 60MO ANNIVERSARIO DEI TRATTATI DI ROMA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 20 minuti fa
*Le celebrazioni per il 60mo anniversario dei Trattati di Roma. Il Vertice del prossimo 25 marzo in Campidoglio, nella cornice della Sala degli Orazi e Curiazi che nel 1957 ospitò la firma dei Trattati di Roma, sarà un appuntamento di grande rilevanza per celebrare i risultati di 60 anni di integrazione e lavorare concretamente sul futuro del progetto europeo. Oltre a contribuire alla definizione dei contenuti e degli obiettivi del Vertice, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha deciso di promuovere una serie di eventi in Italia e nel mondo attraver... altro »

PULIMENTO UNIVERSITÀ, LAVORATORI IN STATO DI AGITAZIONE PER IL MANCATO PAGAMENTO DELLE SPETTANZE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 33 minuti fa
Messina, 23 marzo 2017 – Potrebbe vedere uno spiraglio la vertenza relativa ai lavoratori impegnati nell’appalto di pulimento dell’Università di Messina. I 33 lavoratori della Con.For. Service, società esecutrice della convenzione stipulata con la Manitalidea, sono in stato di agitazione dallo scorso 16 marzo per il mancato pagamento delle spettanze relative al mese di febbraio. «Dopo il presidio effettuato nella giornata di ieri – spiegano Pancrazio Di Leo, Salvatore D’Agostino e Massimo Sili della Fisascat Cisl Messina – l’azienda ha provveduto al bonifico di un acconto del 50% d... altro »

EUROPA DELLE BANCHE. FINANZA ETICA PER UNA NUOVA EUROPA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 35 minuti fa
*Finanza etica per una nuova Europa. Proposte della Fondazione Finanza Etica (Gruppo Banca Etica) per “La Nostra Europa” a 60 anni dall'inizio dell’integrazione europea* Roma, 23 marzo 2017_Nuove regole per arginare la speculazione e per chiudere il casinò finanziario; stop alla demonizzazione degli investimenti e della spesa pubblica; sostegno alla finanza etica che favorisce lo sviluppo sostenibile e l’economia solidale. Sono questi gli ingredienti della ricetta della Finanza Etica per rimettere la solidarietà e la cooperazione al centro della missione dell’Europa. Il documento è... altro »

TRIBUNALE BARCELLONA, INTERROGAZIONE DEL M5S PER AVERE RISPOSTE UFFICIALI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 45 minuti fa
*Comunicato stampa del deputato Alessio Villarosa su un'interrogazione relativa al Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto che il deputato sta cercando di trasformare in un Question Time in Commissione per avere al più presto risposte ufficiali dal ministro* Barcellona P.G. (Me), 23/03/2017 - E’ stata presentata, nei giorni scorsi, a firma del deputato Villarosa, una interrogazione parlamentare avente come oggetto alcuni dei problemi che si riscontrano nella struttura Barcellonese, in particolar modo per quanto riguarda il numero di magistrati realmente operanti. Alla fine di questo... altro »

CADERE DALLE NUBI, IL NUOVO ATLANTE INTERNAZIONALE DELLE NUBI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 51 minuti fa
*L'Organizzazione meteo mondiale, dopo diversi decenni, pubblica ufficialmente il nuovo Atlante internazionale delle nubi in occasione della Giornata mondiale della meteorologia che si tiene oggi. * Roma, 23/03/2017 – Per trovare una nube basta collegarsi al link https://www.wmocloudatlas.org/search-image-gallery.html dove, tramite un percorso guidato si giunge alla foto e alla descrizione della nube o più semplicemente, cliccando sulle foto si ha la descrizione. Il sistema di classificazione delle nubi attualmente adottato venne ideato nel 1803 da Luc Howard, autore del volume 'Th... altro »

“MEUCCI IL FIGLIO DEL... TELEFONO, MENDICANTE A TINDARI", DOMANI A CAPO D’ORLANDO LA PRESENTAZIONE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 1 ora fa
*La triste e complicata vicenda di Carlo Meucci, figlio dell'inventore del telefono, vissuto a Tindari e sepolto a Patti nel 1966 rivive nel libro di Mimmo Mollica "Meucci il figlio del... telefono, mendicante a Tindari", edito da Armenio* Capo d'Orlando, 23/03/2017 - Il libro verrà presentato domani, venerdì 24 marzo, alle 18, presso la Biblioteca comunale di Capo d'Orlando. Coordina l'evento Carlo Sapone, responsabile della biblioteca comunale di Capo d'Orlando. Interverranno l'autore Mimmo Mollica, la psicologa Oriana Tumeo, l'assessore alla Cultura Cristian Gierotto, mentre Cinz... altro »