CROCETTA:“A FARAONE RICORDO CHE NÉ LUI NÉ I SUOI AMICI SONO STATI GARANTISTI, IO SEMPRE”.


Sicilia. Crocetta:“A Faraone voglio ricordare che nè lui nè i suoi amici sono stati garantisti. Io lo sono stato sempre”.

Palermo, 10 mar. “Quando uscì la finta intercettazione su Tutino pubblicata da l'Espresso, fu proprio Faraone alle 8 e 30 del mattino a lanciare la prima nota di massacro nei miei confronti, chiedendo le mie dimissioni e a seguire ovviamente tutti, avendo dato Faraone una rappresentazione falsa di quei fatti.
Faraone non mi ha mai chiesto scusa per quella grave e diffamatoria nota, neppure in privato. Anche quando la Procura di Palermo, quel giorno stesso, e via via tutte le procure Antimafia siciliane, hanno smentito categoricamente l'esistenza di quella intercettazione. E non lo ha fatto neppure quando la Procura ha indagato per calunnia i giornalisti che avevano pubblicato la falsa notizia.

Faraone ha, dunque, una singolare visione della giustizia e della verità, anche quando ci sono stati fatti che lo hanno riguardato personalmente, non sicuramente lievi, che io non ho mai commentato.
Voglio dire a Faraone che è inutile buttarla in politica, quella che io descrivo non è una vicenda politica ma è la richiesta di un chiarimento pubblico, che non può avvenire dentro le segrete stanze poiché le linee che noi scegliamo per gli appalti devono servire a proteggere le piccole e medie imprese e l'occupazione in Sicilia, contrastando le politiche di monopolio sugli appalti e sugli acquisti in Italia, che oggi vedono coinvolta una stazione appaltante dello Stato come la Consip, che io ho sempre denunciato.

Voglio dire a Faraone che il problema non è Baccei, ma lui stesso.
Con Baccei c'è sempre stato un confronto, anche con linee diverse.
Il tema è che Faraone si è inserito pesantemente dentro la linea del governo regionale presente, imponendosi ai suoi uomini. E questo non è consentito.
Faraone ha fatto finta, in questi anni, di non essere al governo, ma ha esercitato una illegittima ingerenza sui suoi assessori, cosa che non è accettabile soprattutto quando ogni giorno ha chiesto le dimissioni del presidente e le elezioni anticipate, facendo finta di fare opposizione.
Un giano bifronte che si avvale delle leve del potere per nominare consulenti, gabinettisti, dare incarichi di sottogoverno, senza assumersi alcuna responsabilità delle scelte di governo.
Un gioco chiaro a tutti i siciliani e che tutti i siciliani gli contestano.
Non faccia il difensore di Baccei. La partita tra me e Baccei è amministrativa e non politica e verrà chiarita in autonomia con l'assessore.

Ho apprezzato oggi che l'assessore ha revocato quegli incarichi, è un segno importante. Solo che io questo chiarimento lo voglio portare fino in fondo e voglio capire se gli assessori sono gli assessori del presidente e delle linee con cui abbiamo chiesto il consenso agli elettori siciliani, oppure di un bugiardo che continua a far finta di non stare nel governo e lo attacca, mentre sua area ha diversi assessori in giunta.

Faraone è un finto, che continua a predicare l'uscita dal governo e ci sta dentro godendosi solo benefici e scaricando a me tutti i problemi gravissimi che ho trovato in Regione, causati da decenni di mala politica, che lui non attacca, anzi, le strizza l'occhiolino ipotizzando alleanze.
Non la butti in politica, non c'entra nulla. Baccei è un mio assessore, lo lasci lavorare e non gli proponga Consip nazionali e gli faccia fare il suo lavoro in libertà, senza proporgli consulenze o incarichi.

Anche perché molti dei siciliani che vengono proposti a Baccei, non sono noti all'assessore. Faraone avrebbe dovuto fare da filtro, proteggendolo, e non l'ha fatto. D'ora in poi non si occupi del governo, faccia il sottosegretario tenendo presente che la Regione è autonoma e non accetta cappelli da Roma.
Non voglio che la Sicilia venga svenduta alla politica romana e agli interessi del nord. Sei miliardi di gare che vengono aggiudicate al nord sono il 6% di Pil sottratto alla Sicilia, e questo viene pagato da imprese e disoccupati siciliani.

Faraone vuole che facciamo come Roma ci chiede. Io faccio e farò quello che i siciliani mi chiedono, per prima cosa non avere nulla a che fare con un sottosegretario che ha causato una tragedia inaudita già nel mondo della scuola e che oggi potrebbe provare a ritardare l'approvazione del piano di rete, che può sbloccare i concorsi in sanità.

Ripeto, non ci sono dibattiti nel chiuso delle stanze. Con Baccei il dibattito è pubblico, perché quei consulenti sono stati pubblicati sul sito della Regione, e quindi sono nomi di dominio pubblico.
Con il dialogo si chiarirà tutto. Ma tu, Daviduccio, lascialo in pace e fallo lavorare”.
Lo dice in una nota il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta.

0 commenti:

Posta un commento

NEBRODI E DINTORNI © Le cose e i fatti visti dai Nebrodi, oltre i Nebrodi. Blog, testata giornalistica registrata al tribunale il 12/3/1992.
La redazione si riserva il diritto di rivedere o bloccare completamente i commenti sul blog. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della testata ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento.

60MO ANNIVERSARIO DEI TRATTATI DI ROMA: “IL RILANCIO DELL’EUROPA: DALLA CONFERENZA DI MESSINA AI TRATTATI DI ROMA: 1955-1957”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 13 minuti fa
*Le celebrazioni per il 60mo anniversario dei Trattati di Roma. Il Vertice del prossimo 25 marzo in Campidoglio, nella cornice della Sala degli Orazi e Curiazi che nel 1957 ospitò la firma dei Trattati di Roma, sarà un appuntamento di grande rilevanza per celebrare i risultati di 60 anni di integrazione e lavorare concretamente sul futuro del progetto europeo. La conferenza di Messina si tenne nel 1955, dal 1º al 3 giugno, a Messina.* 23/03/2017 - Oltre a contribuire alla definizione dei contenuti e degli obiettivi del Vertice, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione ... altro »

EUROPA DELLE BANCHE. LE CELEBRAZIONI PER IL 60MO ANNIVERSARIO DEI TRATTATI DI ROMA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 20 minuti fa
*Le celebrazioni per il 60mo anniversario dei Trattati di Roma. Il Vertice del prossimo 25 marzo in Campidoglio, nella cornice della Sala degli Orazi e Curiazi che nel 1957 ospitò la firma dei Trattati di Roma, sarà un appuntamento di grande rilevanza per celebrare i risultati di 60 anni di integrazione e lavorare concretamente sul futuro del progetto europeo. Oltre a contribuire alla definizione dei contenuti e degli obiettivi del Vertice, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha deciso di promuovere una serie di eventi in Italia e nel mondo attraver... altro »

PULIMENTO UNIVERSITÀ, LAVORATORI IN STATO DI AGITAZIONE PER IL MANCATO PAGAMENTO DELLE SPETTANZE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 33 minuti fa
Messina, 23 marzo 2017 – Potrebbe vedere uno spiraglio la vertenza relativa ai lavoratori impegnati nell’appalto di pulimento dell’Università di Messina. I 33 lavoratori della Con.For. Service, società esecutrice della convenzione stipulata con la Manitalidea, sono in stato di agitazione dallo scorso 16 marzo per il mancato pagamento delle spettanze relative al mese di febbraio. «Dopo il presidio effettuato nella giornata di ieri – spiegano Pancrazio Di Leo, Salvatore D’Agostino e Massimo Sili della Fisascat Cisl Messina – l’azienda ha provveduto al bonifico di un acconto del 50% d... altro »

EUROPA DELLE BANCHE. FINANZA ETICA PER UNA NUOVA EUROPA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 35 minuti fa
*Finanza etica per una nuova Europa. Proposte della Fondazione Finanza Etica (Gruppo Banca Etica) per “La Nostra Europa” a 60 anni dall'inizio dell’integrazione europea* Roma, 23 marzo 2017_Nuove regole per arginare la speculazione e per chiudere il casinò finanziario; stop alla demonizzazione degli investimenti e della spesa pubblica; sostegno alla finanza etica che favorisce lo sviluppo sostenibile e l’economia solidale. Sono questi gli ingredienti della ricetta della Finanza Etica per rimettere la solidarietà e la cooperazione al centro della missione dell’Europa. Il documento è... altro »

TRIBUNALE BARCELLONA, INTERROGAZIONE DEL M5S PER AVERE RISPOSTE UFFICIALI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 45 minuti fa
*Comunicato stampa del deputato Alessio Villarosa su un'interrogazione relativa al Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto che il deputato sta cercando di trasformare in un Question Time in Commissione per avere al più presto risposte ufficiali dal ministro* Barcellona P.G. (Me), 23/03/2017 - E’ stata presentata, nei giorni scorsi, a firma del deputato Villarosa, una interrogazione parlamentare avente come oggetto alcuni dei problemi che si riscontrano nella struttura Barcellonese, in particolar modo per quanto riguarda il numero di magistrati realmente operanti. Alla fine di questo... altro »

CADERE DALLE NUBI, IL NUOVO ATLANTE INTERNAZIONALE DELLE NUBI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 51 minuti fa
*L'Organizzazione meteo mondiale, dopo diversi decenni, pubblica ufficialmente il nuovo Atlante internazionale delle nubi in occasione della Giornata mondiale della meteorologia che si tiene oggi. * Roma, 23/03/2017 – Per trovare una nube basta collegarsi al link https://www.wmocloudatlas.org/search-image-gallery.html dove, tramite un percorso guidato si giunge alla foto e alla descrizione della nube o più semplicemente, cliccando sulle foto si ha la descrizione. Il sistema di classificazione delle nubi attualmente adottato venne ideato nel 1803 da Luc Howard, autore del volume 'Th... altro »

“MEUCCI IL FIGLIO DEL... TELEFONO, MENDICANTE A TINDARI", DOMANI A CAPO D’ORLANDO LA PRESENTAZIONE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 1 ora fa
*La triste e complicata vicenda di Carlo Meucci, figlio dell'inventore del telefono, vissuto a Tindari e sepolto a Patti nel 1966 rivive nel libro di Mimmo Mollica "Meucci il figlio del... telefono, mendicante a Tindari", edito da Armenio* Capo d'Orlando, 23/03/2017 - Il libro verrà presentato domani, venerdì 24 marzo, alle 18, presso la Biblioteca comunale di Capo d'Orlando. Coordina l'evento Carlo Sapone, responsabile della biblioteca comunale di Capo d'Orlando. Interverranno l'autore Mimmo Mollica, la psicologa Oriana Tumeo, l'assessore alla Cultura Cristian Gierotto, mentre Cinz... altro »