FRANCA VIOLA, 50 ANNI FA IL RAPIMENTO PER ‘AMORE’ PIÙ VIOLENTO D’ITALIA

 «Non fu un gesto coraggioso. Ho fatto solo quello che mi sentivo di fare, come farebbe oggi una qualsiasi ragazza: ho ascoltato il mio cuore, il resto è venuto da sé. Oggi consiglio ai giovani di seguire i loro sentimenti; non è difficile. Io l'ho fatto in una Sicilia molto diversa; loro possono farlo guardando semplicemente nei loro cuori ». Così commentò il suo rivoluzionario gesto Franca Viola, intervistata da Riccardo Vescovo

08/03/2017 - Franca Viola, di Alcamo, in provincia di Trapani, fu la prima donna italiana a rifiutare il matrimonio riparatore, divenendo simbolo di ribellione e crescita civile, simbolo coraggioso dell'emancipazione delle donne italiane. Franca Viola è nata ad Alcamo il 9 gennaio 1947, dove vive con la famiglia. Il 26 dicembre 1965, quando aveva ancora 17 anni, Franca venne rapita dal suo spasimante, Filippo Melodia, aiutato nell’impresa da un ‘esercito’ di ben 12 amici, assieme al fratellino di lei, Mariano di 8 anni, che però venne subito lasciato libero. Melodia & C. misero a soqquadro l'abitazione di Franca Viola, aggredirono la madre accorsa in difesa della figlia. Franca venne così violentata e tenuta prigioniera per otto giorni in un casolare di campagna, e poi in casa della sorella di Filippo Melodia ad Alcamo.

Solo a Capodanno 1966, il padre di Franca Vuola fu avvicinato dai parenti di Filippo Melodia con l’intento di sancire la cosiddetta "paciata", il cui significato sarebbe stato quello di mettere le famiglie davanti al fatto compiuto e le nozze riparatrici. Il genitori di Franca Viola, d'accordo con la Polizia di Stato, finsero di accettare, ma il giorno dopo, il 2 gennaio 1966, la Polizia fece irruzione all’alba nell'abitazione in cui Franca veniva tenuta prigioniera, segregata per ‘amore’. Franca Viola venne così liberata e lo spasimante violentatore arrestato assieme ai suoi complici.

Franca, ora non più vergine, avrebbe dovuto soccombere alla ‘morale’ corrente e sposare il suo violentatore, per salvare l'onore suo e della propria famiglia. Rimanere zitella, "donna svergognata", sarebbe stato diversamente il suo destino. La legislazione italiana del tempo era poco meno ‘liberale’ di oggi: l'articolo 544 del codice penale prevedeva “per i delitti preveduti dal capo primo e dall'articolo 530, il matrimonio, che l’autore del reato contragga con la persona offesa, estingue il reato, anche riguardo a coloro che sono concorsi nel reato medesimo; e, se vi è stata condanna, ne cessano l’esecuzione e gli effetti penali”.
Il cosiddetto "matrimonio riparatore" con il violentatore avrebbe messo le cose a posto e ridato l’onore in pericolo a Franca Viola: il rapimento ‘d’amore’ con fini ‘riparatori’, la violenza sessuale erano considerati oltraggio alla morale e non reato contro la persona.

Paola Busolo, su www.enciclopediadelledonne.it così descrive la ragazza di Alacamo: “Franca Viola nasce da una modesta famiglia di mezzadri; sono gli anni in cui la riforma agraria provoca un gran fermento in Sicilia. All’età di quindici anni, con il consenso dei genitori, Franca si fidanza con Filippo Melodia, nipote di un noto mafioso locale e membro di una famiglia benestante. Dato che Filippo viene accusato di furto e appartenenza a banda mafiosa, il padre di Franca decide di rompere il fidanzamento. Il giovane emigra in Germania e appena rientra, dopo un breve periodo di reclusione, torna alla carica a casa di Viola. Le sue minacce di tipo puramente mafioso sono comunque rivolte al padre, al quale viene bruciata la casetta di campagna, distrutto il vigneto, portato un gregge di pecore a pascolare nel campo di pomodori… Bernardo Viola viene persino minacciato con una pistola, ma nessuno di questi strumenti lo spaventa abbastanza da fargli “mollare” la custodia della figlia. Il 26 dicembre 1965 il Melodia, con la sua banda di amici, si ripresenta a casa Viola e, dopo aver distrutto tutto e gravemente malmenato la madre, si porta via Franca e il fratellino che le si è aggrappato alle gambe nel tentativo di proteggerla. Il fratellino viene rispedito a casa, Franca viene tenuta prigioniera prima in un caseggiato isolato e poi in casa della sorella del Melodia, ad Alcamo stessa. “Rimasi digiuna per giorni e giorni. Lui mi dileggiava e provocava. Dopo una settimana abusò di me”.

«Non fu un gesto coraggioso. Ho fatto solo quello che mi sentivo di fare, come farebbe oggi una qualsiasi ragazza: ho ascoltato il mio cuore, il resto è venuto da sé. Oggi consiglio ai giovani di seguire i loro sentimenti; non è difficile. Io l'ho fatto in una Sicilia molto diversa; loro possono farlo guardando semplicemente nei loro cuori», rispose Franca Viola intervistata da Riccardo Vescovo.
Melodia uscì dal carcere nel 1976 e fu ucciso da ignoti, con un colpo di lupara, il 13 aprile 1978, vicino Modena. Franca Viola sposò il giovane concittadino e amico d'infanzia Giuseppe Ruisi, nel 1968, nonostante lei cercasse di distoglierlo per timore di rappresaglie.

L'articolo 544 del codice penale venne abrogato con la legge 442, emanata il 5 agosto 1981 a sedici anni dal rapimento di Viola, e solamente nel 1996 lo stupro sarà legalmente riconosciuto in Italia non più come un reato "contro la morale", bensì come un reato "contro la persona".
Franca Viola ha due figli e una nipote e vive ad Alcamo. Il 22 ottobre 2011 ha lanciato un appello sul Giornale di Sicilia per aiutare il figlio malato, costretto a continui trasferimenti dall'ospedale Cervello al Policlinico per curarsi.

L'8 marzo 2014 Franca Viola è stata insignita al Quirinale dell'onorificenza di Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
________________
Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta su questo blog il 26/12/2015.

0 commenti:

Posta un commento

NEBRODI E DINTORNI © Le cose e i fatti visti dai Nebrodi, oltre i Nebrodi. Blog, testata giornalistica registrata al tribunale il 12/3/1992.
La redazione si riserva il diritto di rivedere o bloccare completamente i commenti sul blog. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della testata ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento.

MIGRANTI, SCILIPOTI (FI):CI COSTERÀ 800 MLN STAFFETTA RENZI-GENTILONI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 11 ore fa
21/03/2017 – "Noi lo diciamo da mesi: il flusso migratorio raddoppierà quasi la sua portata per il 2017 e il piano di ricollocamento nei Comuni non sarà sufficiente perché pensato per 150 mila arrivi non per 250 mila. I governi Renzi-Gentiloni hanno fatto una staffetta di incapacità nella gestione dell'emergenza migranti. Ora al tavolo delle trattative dobbiamo pagare un prezzo altissimo con la Libia di Al Serraj, governo che potrebbe anche non durare". Lo dichiara il senatore di Forza Italia Domenico Scilipoti Isgrò. "L'Europa dice - aggiunge Scilipoti - che sanzionerà i Paesi ch... altro »

RIFIUTI SICILIA. “INGIUSTIFICATE LE ACCUSE ALL’ASSESSORE CONTRAFATTO”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 11 ore fa
21/03/2017 - “Quando in Sicilia si parla del sistema dei rifiuti è facile sparare nel mucchio. Non costa nulla e – si ritiene – che i bersagli siano facilmente individuabili. I cittadini siciliani subiscono ancora oggi le inefficienze stratificate nei decenni di mal governo. È stato così e la nostra Regione paga, ancora oggi, una “incrostazione endemica” scaturita soprattutto dall’inerzia dei governi ma anche dei burocrati. È troppo ingeneroso mettere alla gogna, chiedendo addirittura le dimissioni, chi, come l’assessore Vania Contrafatto è particolarmente impegnata a modificare qu... altro »

LEGGE BACCHELLI PER ORIOLES. D'UVA: "VINTA UNA GRANDE BATTAGLIA"

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 11 ore fa
*Dichiarazione del PortaVoce del MoVimento 5 Stelle Francesco D'Uva sulla notizia dell'attivazione della Legge Bacchelli per il giornalista siciliano Riccardo Orioles* Roma, 21 marzo 2017 - “Oggi abbiamo un vero motivo per gioire. Nello stesso giorno in cui, in tutte le piazze e le strade italiane, si celebra la giornata contro le mafie, il giornalista Riccardo Orioles ha ottenuto i benefici della Legge Bacchelli”. Il PortaVoce del MoVimento 5 Stelle, Francesco D’Uva, esprime gioia nell’apprendere che Orioles, stimato giornalista antimafia siciliano, da sempre in prima fila nella lo... altro »

GIORNATA VITTIME DELLE MAFIE, FEDELI: “È CON L’ISTRUZIONE CHE VINCEREMO LA BATTAGLIA”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 15 ore fa
IN RIFERIMENTO ALLE SCRITTE APPARSE SUI MURI DEL VESCOVADO *«Siamo i primi, da sempre, a dire che il lavoro è necessario, anzi che èil primo antidoto alle mafie. Ma che sia un lavoro onesto, tutelato dai diritti, non certo quello procurato dalle organizzazioni criminali. Gli "sbirri" - che sono persone al servizio di noi tutti - sarebbero meno presenti se la presenza mafiosa non fosse così soffocante.Questi vili messaggi - vili perché anonimi - sono comunque un segno che l'impegno concreto dà fastidio. Risveglia le coscienze, fa vedere un'alternativa alla rassegnazione e al silenz... altro »

CAPO D'ORLANDO, ANNULLATA LA RASSEGNA CABARETTANDO CON RAUL CREMONA E GENE GNOCCHI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 15 ore fa
*Manca la data per Raul Cremona, l'Assessore Milone annulla lo spettacolo di Gene Gnocchi* Capo d'Orlando, 20/03/2017 - Definitivamente annullata la rassegna Cabarettando. La produzione dello spettacolo “Recital” di Raul Cremona, programmato per il 2 marzo e poi rinviato, ad oggi non ha comunicato una data alternativa. Alla base, problemi organizzativi della produzione che hanno spinto l'Assessore al Turismo Rosario Milone ad annullare la seconda data della rassegna “Cabarettando” che il 29 marzo avrebbe visto Gene Gnocchi esibirsi sul palco del Teatro Rosso di San Secondo. “In una... altro »

“CANZONI” AL TEATRO MANDANICI, SABATO 8 APRILE LA VOCE PROTAGONISTA ASSOLUTA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 15 ore fa
*Due ensemble corali insieme per una serata che avrà come protagonista assoluta la voce.* Barcellona Pozzo di Gotto (ME), 21/03/2017 – Ecco dunque nel cartellone del Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto arrivare il momento di “Canzoni. Dalla chanson rinascimentale alla musica pop”, lo spettacolo-evento di sabato 8 aprile 2017 (ore 21) che vede insieme l’Ensemble Vocale "Cantica Nova”, diretto da Francesco Saverio Messina, e il Coro Polifonico "Ouverture", diretto da Giovanni Mirabile. “Abbiamo già realizzato progetti musicali con altri cori – spiega Francesco Saverio Messin... altro »

CANONE IDRICO, A S. GIORGIO DI GIOIOSA MAREA PER ILLUSTRARE LE INIZIATIVE IN MERITO AL PAGAMENTO

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 15 ore fa
*Federconsumatori Nebrodi organizza un'assemblea pubblica, che si terrà mercoledì 22 marzo, alle ore 17:00, presso il salone parrocchiale di S. Giorgio di Gioiosa Marea, per illustrare le iniziative da avviare in merito al pagamento del canone idrico.* Gioiosa Marea, 21 mar. 2017 – I cittadini sono invitati a partecipare per discutere della possibilità di aderire a una class action contro il Comune, che non garantisce la potabilità dell’acqua distribuita dall'acquedotto comunale.I cittadini che ricevono, infatti, acqua non potabile possono abbattere del 50% il canone idrico attualm... altro »

G7 TAORMINA 26/27 MAGGIO 2017: LE MODALITÀ DI ACCESSO A TAORMINA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 16 ore fa
Messina, 21/03/2017 - Comunicazione relativa alle ordinanze adottate dal Prefetto di Messina e dalla Capitaneria di Porto relative alle limitazioni a terra e a mare in occasione del vertice internazionale G7 di Taormina. VERTICE INTERNAZIONALE G7 – TAORMINA 26/27 MAGGIO 2017 Con provvedimenti del 20 marzo Prefettura e Capitaneria di Porto di Messina hanno disciplinato, ognuno per la parte di competenza, le modalità di accesso: - a Taormina -in prossimità dello specchio acqueo antistante l’area interessata dal G 7 in programma il 26 e 27 maggio prossimi. Queste le misure adottate: T... altro »

SICILIA, NOMINE. CROCETTA:”DIBATTITO ECCESSIVO, C’È ANCHE LA POSSIBILITÀ DI NON FARE ALCUNA NOMINA”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 16 ore fa
*È corsa alle poltrone di maggiore rilievo in giunta regionale all’Ars, prima del “semestre bianco” che precede le elezioni regionali in Sicilia. Il presidente Rosario Crocetta rinvia a mercoledì 22 marzo ma rivendica quanto fatto e quanto nelle intenzioni: dalla nomina di Antonio Ingroia a quella di Antonio Fiumefreddo a Riscossione Sicilia; di Sami Ben Abdelali.* Palermo, 21 mar. 2017 - “Da circa una settimana, la questione delle nomine sta assumendo sulla stampa una rilevanza eccessiva. Voglio precisare che nè io, nè il mio governo ci strapperemo le vesti per quelle nomine. La leg... altro »

AUTORITÀ PORTUALE: "LA PRESENZA DI DELRIO A MESSINA OCCASIONE PER CONOSCERE IL DESTINO DEL NOSTRO SISTEMA PORTUALE"

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 16 ore fa
*"Soppressione Autorità Portuale: i ricavi dei nostri porti devono restare a casa nostra". "La presenza di Delrio a Messina occasione per conoscere il destino del nostro sistema portuale". "CapitaleMessina: necessario il confronto per arrivare ad una posizione largamente condivisa sul tema della difesa del sistema portuale messinese". Documento di CapitaleMessina a firma di Pino Falzea e Gianfranco Salmeri* Messina, 21 marzo 2017 - La notizia, appresa dalla lettura del quotidiano cittadino, dell'approvazione del bilancio previsionale 2017 della soppressa Autorità Portuale messinese... altro »

NOCE: DOVE LE POPOLAZIONI CONSERVANO ELEVATA DIVERSITÀ GENETICA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 16 ore fa
*Uno studio dell’Ibaf-Cnr e Ibam-Cnr identifica origine e modalità di diffusione del noce comune, evidenziando l’influenza dell’uomo. Il lavoro, pubblicato su Plos One, ha incrociato i dati genetici della pianta con l’analisi glottologica della parola ‘noce’ e con i dati archeologici, topografici e storici relativi alla distribuzione geografica della specie* 21/03/2017 - Un recente studio condotto dagli istituti del Consiglio nazionale delle ricerche di Biologia agro-ambientale e forestale (Ibaf-Cnr) e per i Beni archeologici e monumentali (Ibam-Cnr), ha permesso di identificare l’... altro »

“SUONI DAL PALCOSCENICO”: IL SUCCESSO DEGLI ATMOSFERA BLU AL MANDANICI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
*A quattro anni di distanza dal primo evento “in grande” al Palalberti di Barcellona Pozzo di Gotto, la band Atmosfera Blu torna a calcare un palco importante con il debutto al Teatro Mandanici, considerato uno dei più belli del sud Italia, sempre nella città del Longano, per un concerto ad ingresso gratuito a scopo di beneficenza. Fin dalla sua promozione, l'interesse del pubblico è evidente e già prima delle ore 10 del 12 marzo 2017, data dello spettacolo, viene annunciato il tutto esaurito. * 20/03/2017 - Puntuale, alle ore 21, il sipario si apre con una musica dal forte impatto... altro »

GIORNATA DELLE VITTIME DELLA MAFIA, INCONTRO CON GLI STUDENTI NELLA GALLERIA D'ARTE “LUCIO BARBERA”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
*Giornata nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime della mafia, incontro con gli studenti nei locali della Galleria d'Arte “Lucio Barbera”. L'appuntamento è in programma domani alle ore 10.00 nella Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di via XXIV Maggio* 20/03/2017 – In occasione della Giornata Nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime della mafia, istituita di recente dalla Camera dei Deputati e fissata per il 21 marzo di ogni anno, il primo giorno di primavera, la Città Metropolitana di Messina ha organizzato per domani presso i loc... altro »

A BARCELLONA P,G. IL CONVEGNO REGIONALE “RICERCHE STORICHE E ARCHEOLOGICHE NEL VAL DEMONE”

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
20/03/2017 – Il Parco Museo Jalari di Barcellona Pozzo di Gotto ospiterà nei giorni 1 e 2 aprile la seconda edizione del convegno regionale “Ricerche storiche e archeologiche nel Val Demone”. L’incontro culturale vedrà la collaborazione e il supporto di importanti enti di ricerca ed associazioni culturali, tra cui le Università degli Studi di Messina e Catania, la Biblioteca Francescana di Palermo, l’Associazione SiciliAntica, l’Officina di Studi Medievali di Palermo e varie Società di Storia Patria siciliane. La formula del convegno, già proposta in precedenti incontri, è quella d... altro »

GIORNATA NAZIONALE DEL PAESAGGIO, AD ALCARA LI FUSI PATRIMONIO E IDENTITÀ, STRATEGIE DI TUTELA

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
*L'evento organizzato dall'Ordine degli Architetti di Messina in collaborazione col Comune di Alcara Li Fusi dal titolo: "PAESAGGIO: PATRIMONIO E IDENTITA'" * 20/03/2017 – Nella spettacolare cornice dei Nebrodi, presso il Salone San Giovanni, nell'ambito delle celebrazione per la prima Giornata Nazionale del Paesaggio istituita dal MIBACT, sì è svolto sabato 18 marzo, organizzato dall'Ordine degli Architetti di Messina in collaborazione col Comune di Alcara li Fusi, l'evento dal titolo: "Paesaggio: Patrimonio e Identità. Qualità e bellezza, strategie di tutela, recupero e valorizz... altro »

GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA 2017, TRA GLI INVITATI IL POETA ROSARIO LA GRECA DI BROLO

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
*È stato invitato a partecipare alla maratona poetica“Prendi un verso dai poeti e dipingi il mondo di pace”* 20/03/2017 - In occasione della Giornata Mondiale della Poesia 2017, si è svolta presso l’Aula Consiliare del Comune di Arcore (prov. di Monza e della Brianza), alla presenza del Sindaco di Arcore Rosalba Colombo e dell’Assessore alla Cultura Paola Palma, la maratona poetica”Prendi un verso dai poeti e dipingi il mondo di pace”. Questa prestigiosa iniziativa promossa dall’Associazione Africa Solidarietà Onlus di Arcore e patrocinata dall’Unesco e dal Comune di Arcore, riconos... altro »

BETALAND METTE LA QUARTA, BATTUTA PASTA REGGIA CASERTA 74-71

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
*La Betaland Capo d’Orlando ottiene la quarta vittoria consecutiva, importantissima in chiave playoff, contro una Pasta Reggia Caserta mai doma che esce dal campo sconfitta a testa altissima per 74-71. Caserta lotta fino alla fine, ma la spunta la Betaland, che consolida il quarto posto a sette giornate dalla fine.* 19 MARZO 2017 - Il primo a trovare il fondo della retina è Iannuzzi, mentre dall'altro lato Putney, Giuri e Diawara danno vita al break casertano di 0-6 che si interrompe per un attimo con la bomba di Stojanovic, per proseguire poi con un altro 0-5 firmato Putney, Bosti... altro »

SARACENA VOLLEY VINCE SOFFRENDO CON IL NEBRODI VOLLEY

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
*La All Work Saracena Volley ha chiuso la pratica Nebrodi Volley con non poche difficoltà. Un approccio mentale sbagliato alla gara ha reso la vita difficile più del previsto alle ragazze di mister Mauro Silvestre come evidenzia il risultato finale di 0-3 (21-25; 21-25; 14-25). I primi due set hanno avuto pressoché lo stesso andamento giocato punto a punto dalle due formazioni. Entrambi i parziali si sono chiusi 21-25.* 20/03/2017 – Nell’ultima frazione la reazione delle atlete del presidente Luca Leone che hanno imposto il loro ritmo e chiuso con semplicità la partita. C’è stato a... altro »

XXV GIORNATE FAI DI PRIMAVERA, APERTE LE PORTE DEL MASSIMO BELLINI, DEL SANGIORGI E DI ALTRI SETTE BENI CULTURALI

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 22 ore fa
CATANIA, 20/03/2017 - – Saranno le porte del Teatro Massimo Bellini le prime ad aprirsi al pubblico in occasione delle “Giornate Fai di Primavera”, in programma sabato 25 e domenica 26 marzo nella città etnea. In contemporanea con l’iniziativa nazionale del Fondo Ambiente Italiano in oltre 400 località della penisola, la delegazione di Catania, guidata da Antonella Mandalà, renderà inoltre fruibili il Teatro Sangiorgi, la Chiesa di Santa Maria di Gesù, il suo Chiostro e l’Istituto “Archimede”, l’Ex Sanatorio Clementi, Casa Verga e – in esclusiva per i soci Fai e per chi desidera is... altro »

UNA TARGA DEDICATA A PAPA FRANCESCO NELL’AEROMOBILE CHE HA AVUTO L’ONORE DI AVERE A BORDO IL SANTO PADRE

Nebrodi e DintorniaNebrodi e Dintorni - 23 ore fa
Milano, 20/03/2017a – American Airlines ha affisso una targa commemorativa nell’aeromobile Boeing 777-200 che ha avuto l’onore di avere a bordo Papa Francesco. La targa vuole essere una testimonianza di quando nel 2015 l’aeromobile ha volato sotto il nome di Shepherd One (Pastore Uno) da Washington D.C. a New York, Philadelphia e ed infine a Roma con a bordo il Santo Padre. La targa recita: *This aircraft served as “Shepherd One” during Pope Francis’* *first visit to the United States from September 24-28, 2015* *Washington, D.C., New York, Philadelphia, Rome* L’aeromobile è stato ... altro »