“INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI”, SCADE IL 31 MAGGIO IL PRIMO TERMINE

Scadrà il 31 maggio il primo termine per presentare le domande per ottenere i contributi in favore di “inquilini morosi incolpevoli” di cui alle procedure di sfratto emesse nell’anno 2016

Capo d'Orlando, 06/03/2017 - Le domande, trattandosi di bando aperto, potranno essere presentate anche successivamente alla scadenza sopra stabilita e comunque non oltre il 31 dicembre 2017. Il contributo è destinato a tutti i residenti nel Comune di Capo d’Orlando, compresi i cittadini extracomunitari, in possesso del certificato storico di residenza da almeno 10 anni sul territorio nazionale o di 5 nella Regione siciliana. Per ottenere il beneficio bisogna essere titolare di un contratto di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato, risiedere nell’alloggio oggetto della procedura di rilascio da almeno un anno ed essere destinatario di un atto di intimazione per sfratto moroso, con citazione per la convalida ricadente nella disciplina ordinaria prevista per le procedure esecutive di rilascio. Costituisce criterio preferenziale per la concessione del contributo la presenza all’interno del nucleo familiare di almeno un componente che sia:

- ultrasettantenne;
- minore;
- con invalidità accertata per almeno il 74%;
- in carico ai servizi sociali o alle aziende sanitarie locali per l’attuazione di un progetto assistenziale individuale;
Altro requisito essenziale è il reddito rilevabile dalla DSU e relativa Attestazione in corso di validità dichiarato dal nucleo familiare. L’accesso è consentito infatti ai nuclei con reddito I.S.E. non superiore a 18mila euro o un reddito derivante da regolare attività lavorativa con valore I.S.E.E. non superiore a 7mial euro. I richiedenti sono tenuti a dichiarare di aver beneficiato, nella dichiarazione IRPEF corrispondente, della detrazione per il canone di locazione.

Il richiedente, ovvero un componente del nucleo familiare, non deve essere titolare di diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione nella provincia di residenza di altro immobile fruibile ed adeguato alle esigenze del proprio nucleo familiare. I cittadini interessati, residenti nel Comune di Capo d’Orlando, per presentare domanda possono ritirare i modelli presso l’Ufficio Servizi Sociali sito in c/da Muscale-Palazzo Satellite, URP via V. Emanuele o direttamente scaricabili dal sito istituzionale www.comune.capodorlando.me.it.
Il responsabile del procedimento, Sig.ra Giuseppina Rigoli, fornirà chiarimenti ed ulteriori informazioni durante l’orario d’ufficio o telefonicamente al numero 0941/915350-352.
_____________
Controlli antifavismo

Il Corpo dei Vigili urbani è impegnato nei controlli sul territorio comunale per fare rispettare l'ordinanza sindacale n. 53 del 17 aprile 2012 con la quale è stato disposto il divieto di coltivazione di fave e piselli nel centro urbano, compreso tra la via Doria, via Libertà, nazionale SS. 116 sino al bivio di San Martino alla via Benefizio compresa, tra via Michelangelo e via Cordovena. Nella restante parte del territorio orlandino, invece, tale coltivazione è consentita ad una distanza superiore a 500 metri dalle abitazioni.

I controlli della Polizia Municipale rigardano anche le disposizioni contenute nella stessa ordinanza sulla vendita di fave e piselli freschi. Negli esercizi comunali con sede fissa, al minuto e all’ingrosso, nel mercato comunale, nelle ore pubbliche autorizzate, la vendita è consentita solo se fave e piselli freschi sono preconfezionati in sacchetti sigillati come previsto dalla legge e fornendo una corretta pubblicità con appositi cartelli recante la seguente dicitura: “Avviso per i cittadini a rischio di crisi emolitica da favismo, in questo esercizio comunale sono in vendita fave fresche”.




Commenti