MIGRANTI A CASTELL’UMBERTO: “BEN ALTRA È LA VERITÀ SUL BUSINESS DEGLI IMMIGRATI”

Vincenzo Lionetto Civa, sindaco di Castell'Umberto, sui Nebrodi, ha avviato una dura protesta contro l'arrivo di una cinquantina di migranti destinati in un hotel del suo comune dal Ministero dell'Interno, attraverso la Prefettura di Messina. Una protesta dura, che non accenna a placarsi ed anzi fa proseliti. Non è contro i migranti che Lionetto Civa e i suoi concittadini protestano, ma contro l'imposizione: "Sono piombati all'hotel Il Canguro di Castell'Umberto senza che nessuno ci abbia coinvolto nelle decisioni". All'hotel Il Canguro, che il sindaco nebroideo descrive come privo di corrente elettrica ed altri servizi essenziali, la Prefettura avrebbe inviato 50 migranti, buona parte dei quali minori non accompagnati. E nella mattinata di ieri i concittadini del sindaco Civa si sono opposti all'ingresso del gruppo elettrogeno, là inviato per sopperire alla mancanza di corrente elettrica. Ed oggi 16 luglio alle ore 11, davanti all'hotel "Il Canguro" si terrà un'assemblea pubblica con la partecipazione dei Sindaci dei Nebrodi e di tutti i cittadini per confrontarsi e discutere sulla questione dell'accoglienza e dell'integrazione dei migranti nel territorio. Contrordine: "L'assemblea dei sindaci e dei cittadini si svolgerà presso l'aula consiliare del Comune di Castell’Umberto alle ore 11 a causa delle cattive condizioni atmosferiche".


Castell’Umberto (Me), 15/7/2017 - "Con un atto unilaterale senza preavviso un minuto fa la Prefettura di Messina mi ha semplicemente informato che trenta immigrati in nottata saranno trasferiti presso l'hotel il Canguro. Non ritengo questo un atto di coinvolgimento istituzionale corretto per gli ovvi motivi di ricaduta sulla nostra comunità la gestione e stata data ad una cooperativa di Palermo, mi sto recando immediatamente sul luogo dove indossando la fascia tricolore bloccherò l'ingresso con la mia autovettura della struttura alberghiera e li rimarrò". Con queste parole Vincenzo Lionetto Civa, sindaco di Castell'Umberto, sui Nebrodi, ha avviato una dura protesta contro l'arrivo di una cinquantina di migranti destinati in un hotel del suo comune dal Ministero dell'Interno, attraverso la Prefettura di Messina.

Domani (oggi 16 luglio per chi legge) alle ore 11:00 davanti all'hotel "Il Canguro" si terrà un'assemblea pubblica con la partecipazione dei Sindaci dei Nebrodi e di tutti i cittadini per confrontarsi e discutere sulla questione dell'accoglienza e dell'integrazione dei migranti nel nostro territorio.

Sulla pagina Facebook del sindaco Lionetto impazza il dibattito sulla faccenda.

Alessandra Drago Hewson scrive: "Che sia sbagliato il sistema non è una novità. Ma bisogna pensare a 360 gradi. Quando i ragazzi sono arrivati a Galati, erano sconvolti. E il nostro benvenuto è stato molto di conforto per loro. Così facendo si può fare male...".
Lionetto, sindaco di Castell’Umberto, commenta: “Qualcuno la chiama integrazione... qualche altro la chiama solidarietà... Ben altra è la verità sul business degli immigrati. Oggi in esclusiva su un quotidiano... qualcuno dirà di destra... qualche altro mi convinca che non è così...”.
Il sindaco di Castell'Umberto spiega come stanno le cose: "In una struttura dichiarata da mesi inagibile, senza luce, con acqua fornita dal Comune di Castell"Umberto con morosità dal 2012 (regolarmente attivati da tempo tutti i procedimenti amministrativi di recupero) hanno provato a far entrare un gruppo elettrogeno... i cittadini hanno bloccato le vie di accesso... garantiti ingresso mezzi di pronto intervento".

E al primo cittadino della cittadina dei Nebrodi sono arrivati messaggi e commenti

Stefano Caruso: La mia più sentita solidarietà e vicinanza verso il Sindaco e i cittadini per il grande senso civico da Voi dimostrato. Spero solamente che tutta l'Italia si svegli e mandi in galera chi gestisce il business degli immigrati e tutti i vari politici collusi.

Daniela Di Dio: Grande sindaco... Adesso tutti prendano esempio da lei.

Riccardo Rigola: che sia ad esempio per altri Comuni.
Michela Plai: Resista Sindaco!

Angelica Zangaglia: Non mi pronuncio solo perché non mi riesce usare un semplice sms per spiegare argomenti tanto importanti e delicati quindi meglio che sto zitta... credo però che dovremmo ricordarci tutti che abbiamo avuto solo un culo grande quanto una casa a nascere... Altro...

Gildo Leone: Dr. (e meno male che sei una persona istruita) Vincenzo Lionetto civa FAI SCHIFO congiuntamente a quei cani arrabbiati dei tuoi concittadini.

Francesca Russo: Mah... leggo commenti di gente che a Castell'Umberto non è mai venuta e che fino ad oggi non era a conoscenza nemmeno della sua esistenza... Cmq il problema è: questi esseri umani una volta stabiliti qui cosa faranno? Le giornate come le passeranno?... Altro...

Paolo Emilio Cherubini: Vergogna, onta e disonore per il Sindaco e seguaci.

Stefano Vittorio Palumbo: massima solidarietà Dr. Lionetto, Lei è un esempio.

Angelica Zangaglia Allora... Rileggete meglio quello che ho scritto! Ho detto che ci sono modi e modi di dire e fare le cose. Tanti atteggiamenti e frasi dette fanno venire l'orticaria e io sono libera di dire che certe frasi dette da gente che ha la mia età non le acc...Altro...

Giancarlo Maiocchi SEI UN GRANDE SIG. SINDACO... ❤️❤️❤️❤️

Antonella Fratalocchi Massima solidarietà!

Vil Van: I cittadini compreso il sindaco hanno tutto il diritto di manifestare il proprio dissenso nei confronti di un imposizione dall'alto. Bravi, devono essere un esempio per tutti i cittadini. L'italia ha gia' dato, ora basta! Massima solidarieta' nei confronti di chi ha bloccato le vie di accesso, bisogna dare un segnale a Minniti che vuole a tutti i costi imporci sta gente!

Fabrizio Esposito: Totale solidarietà al Sindaco

Antonio Martino: O si impedisce che arrivino o tanto vale ospitarli. Che cosa pensa di risolvere il sindaco in questo modo? Dove pensa che debbano stare?

Francesco Giorgini Grande sindaco che sia di esempio per tutti.

Orietta Ferrari Grande, ce ne fossero di sindaci cosi!!!!

Paolo Iob Lei è un galantuomo e una persona coraggiosa, i suoi concittadini siano fieri di avere un Sindaco come Lei al loro servizio.

Mariuccia Sapio Dal Presidente della V sez. del Consiglio di Stato: "l'effetto immancabile e programmatico dell'immissione di forza lavoro proveniente da altri Stati, che risulti sistematica, costante e praticamente illimitata nella durata; questo tipo di immigrazion...Altro...

Orizzonte48: Le Istituzioni riflettono la società o esse "conformano" la società e ne inducono la struttura? In democrazia, la…

Claudio Dianelli Bravo sindaco, hai avuto la tua giornata di gloria. Ora stai buono a cuccia e non rompere i coglioni...

Massimo Alvaro Complimenti al sindaco e agli abitanti ,spero che sia solo l'inizio !

Claudio Dianelli: Siete solo delle merde razziste destinate a essere travolte dalla storia.

Camilo Villa: Come sindaco fai veramente schifo! Immagino che come uomo sia ancora peggio

Vincenzo Delbono http://www.gazzettadiparma.it/.../centinaia-di-persone... Noi invece gli immigrati li aiutiamo: un ragazzo giovane di loro ha ucciso (per depressione) madre e sorella. E' stato arrestato a Milano. Nei confronti del padre, sconvolto dall'accaduto, è scattata una gara di solidarietà con in testa il sindaco di Parma. Signori si nasce.

Gianfranco Chimenti: Cercasi buonista per ii 5 milioni di morti di fame italiani
Mi piaceVedi altre reazioni · Rispondi · 6 · 12 h
Gestisci

Filippo Todaro: se ne vadano nei loro paesi islamici, ora basta governo di merda.

Cristina Trevale BRAVO SIGNOR SINDACO. Le scrivo dalla provincia di Pavia. L'ammiro molto per il suo atto giusto e coraggioso anche da parte di una moltitudine di miei concittadini. Siamo tutti con Lei e La sosteniamo sinceramente.

Andrea Nasti Ha tutta la stima di milioni di italiani che si sono rotti i coglioni di come dobbiamo subire passivamente questa situazione. Avanti cosi.

Giuseppe Franciosa: Claudio Dianelli che interessi hai a parlare così? ha fatto solo bene... ce ne vorrebbero mille di sindaci così... fuori dal cazzo... l'Italia agli italiani.

Fabio Barbarossa Grande Sindaco. Saluti da Cagliari, diventata ormai città di frontiera dove il sindaco e la sua giunta latitano ormai da anni.

E in tema di migranti, il sindaco Formica di Milazzo si dice pronto a garantire l’accoglienza. Il sindaco di Milazzo - infatti - si dice pronto ad accogliere, qualora fosse necessario, i migranti sbarcati in queste ultime ore e al centro di una polemica che vede coinvolti alcuni sindaci del messinese.
“Ho appena avvisato il Prefetto di Messina – afferma Formica - che il Comune di Milazzo è pronto, se si renderà necessario, a mettere a disposizione una scuola per ospitare i migranti che in queste ore stanno sbarcando a centinaia in Sicilia. Naturalmente la soluzione offerta potrà servire a gestire la fase di emergenza, che poi è sempre la più delicata. Milazzo è una città aperta, che crede nel valore della solidarietà e della contaminazione positiva tra le culture. Ed è terra di migranti. Molti nostri concittadini in anni passati ne hanno sperimentato la difficile condizione.

Commenti