PEDOFILIA A LONATO DEL GARDA, È DI SANT’AGATA MILITELLO L’ ISTRUTTORE DI KARATE ARRESTATO

Carmelo Cipriano, 43 anni, originario di Sant’Agata Militello, istruttore di karate, è stato arrestato dai Carabinieri con accuse gravissime: violenza sessuale aggravata su minore e di gruppo, atti sessuali con minori e detenzione di materiale pedopornografico. Altri tre adulti avrebbero preso parte agli abusi di gruppo. 
Il sostituto procuratore di Brescia, Ambrogio Cassiani, ha chiesto per Cipriano la detenzione in carcere giudicando del tutto inadeguate " altre misure" essendo "incapace di contenere l'impulso sessuale".

06/10/2017 - Carmelo Cipriano, 43 anni, originario di Sant’Agata Militello, istruttore di karate e titolare di una palestra a Lonato del Garda, un comune di 16mila abitanti in provincia di Brescia, è stato arrestato ieri dai Carabinieri di Canton Mombello con accuse gravissime: violenza sessuale aggravata su minore e di gruppo, atti sessuali con minori e detenzione di materiale pedopornografico. Cipriano filmava queli stessi abusi sessuali commessi per condividerli in chat? L’inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Ambrogio Cassiani e condotta dall’ufficiale di pg Alfredo Farignoli, vede indagate altri tre adulti a piede libero, sospettati di avere preso parte allo ‘scempio’: avrebbero preso parte agli abusi di gruppo che si consumavano nel locale adibito a infermeria della palestra.
Il sostituto procuratore di Brescia, Ambrogio Cassiani, ha chiesto per Cipriano la detenzione in carcere giudicando del tutto inadeguate " altre misure" essendo "incapace di contenere l'impulso sessuale".

Cipriano avrebbe indotto circuendole diverse ragazzine che frequentavano la palestra Asd Askl, di cui è proprietario, a consumare rapporti sessuali sin dal 2003. L'indagine è nata dalla denuncia di una delle vittime, all'epoca dei primi incontri sessuali solo 12enne. Denuncia alla quale sarebbe seguita quella dei genitori di un'altra ragazzina Cipriano era educatore in una parrocchia di Lonato del Garda: tutte minorenni le vittime, i rapporti sessuali avvenivano nell'infermeria della palestra.
L'istruttore di karate esortava le ragazze ad allenarsi duramente con attrezzi e pesi: «nella vita bisogna sempre puntare in alto per raggiungere i propri obiettivi», a partire dalla forma fisica, per "potere bastare a se stesse".

Violenza sessuale aggravata o di gruppo, atti sessuali con minorenni e detenzione di materiale pedopornografico (Cipriano filmava le «ragazze») è finito in manette Carmelo Cipriano, istruttore di karate, 43 anni, sposato. Altri tre adulti (complici?), avrebbero preso parte che agli abusi.
Almeno sei le ragazze molestate (un caso risulta prescritto e in un altro la querela è stata depositata oltre i termini). Cipriano sembra che plagiasse le ragazzine, manipolandole. La sua figura viene vista dagli inquirenti maniacale. Secondo il gip «mostrava un’assoluta noncuranza per le conseguenze della sua condotta, passando da una ragazza all’altra in modo insaziabile». In alcuni casi si è presentato anche a casa, dai genitori (disperati): «Sono innamorato di vostra figlia. Farei di tutto per lei. Non posso farci nulla se più grandi non mi piacciono».

Sulla sua pagina Facebook i commenti non si sono fatti attendere. Eccone alcuni:

Alayn Mutti‎ a Carmelo Cipriano: "Mi piacerebbe guardarti negli 'occhi e farti una domanda? Cosa ci provi con una minorenne di dodici o quindici anni? Quando ci sono milioni di donne maggiorenni bellissime ed esperte ma non ti fai schifo tu che insegni difesa personale tu caro mio non hai mai provato l incazzatura di un padre che gli abusano dalla figlia il vomito rispetto a te e vita e profumo e arte marziale tu sei un buffone anche se eri bravo nel tuo lavoro ti sei rovinato ciao".

Camelia Marc: "E molto probabile che di fronte a una donna matura lui non era in grado di comunicare. ..cervello zero quindi direi che rigirare una ragazzina di 12enn e più facile perché lui non è un uomo e un malato di mente."

Alessandro Vezzani‎ a Carmelo Cipriano: "Gli animali esistono perché hanno subito, per l'evoluzionismo ed altre cause, una selezione naturale. Ecco tu sei tutto ciò che un essere ragionevole non dovrebbe essere. Sei stato fortunato ad essere arrestato dalle forze dell'ordine perché se ti avessi preso o colto sul fatto io al posto tuo ci sarei andato io in carcere, ma avrei estirpato un cancro dell'umanità come te."

‎Andrea Speciale‎ a Carmelo Cipriano: "Tutti leoni ad insultarti su Facebook,io provo solo una gran tristezza per l'ingenuità che abbiamo avuto nel riporre fiducia in te e a chiamarti maestro."

‎Miky Maky‎ a Carmelo Cipriano: "Spero tanto che te la faccio pagare col massimo della pena sei da ergastolo".

Sergio Begni: "Troppo buona dire che è un bastardo! Merita di peggio!!"

Commenti