Bologna Children's Book Fair, torna in presenza la 59ª edizione

Bologna Children's Book Fair torna finalmente in presenza con la sua 59ª edizione, assieme alla prima edizione dal vivo di BolognaBookPlus – BBPLUS, realizzata in collaborazione con AIE - Associazione Italiana Editori, e alla sorella Bologna Licensing Trade Fair | Kids - BLTFK.
FOCUS ON: ILLUSTRATORI, LIBRI, PREMI

20/03/2022 - Dal 21 al 24 marzo 2022 la Fiera accoglierà la comunità internazionale di professionisti del settore nei padiglioni di BolognaFiere, con oltre 1.000 espositori da oltre 85 paesi e regioni e un pubblico professionale sempre più legato alla principale manifestazione fieristica mondiale dedicata allo scambio di diritti e ai temi dell’editoria per bambini e ragazzi. Tra i focus dell’edizione 2022 di Bologna Children’s Book Fair, sempre più tematiche che confermano il ruolo primario della Fiera nello scouting delle nuove tendenze editoriali mondiali, dei mercati in più rapida crescita e nelle più innovative opportunità, forme e modalità di business che vedono la luce in ogni parte del mondo. Un palcoscenico delle tendenze in atto ma anche e soprattutto delle strade che il settore percorrerà negli anni futuri. Il palinsesto fieristico comprende inoltre numerose iniziative organizzate nella cornice di Aldus Up – European Book Fairs Network, progetto co-finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Creative Europe. 

Quest’anno, il programma professionale della Fiera beneficia anche del sostegno dell’Agenzia ICE per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane e del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), attraverso un programma di potenziamento fieristico che ha permesso di creare nuove aree di business, volte alla promozione dell’editoria e della creatività italiane, e di portare in Fiera una delegazione di circa 150 operatori esteri di alto profilo che arricchiranno il calendario di iniziative e potenzieranno l’offerta espositiva della fiera.

SHARJAH OSPITE D’ONORE 

Ospite d’onore di questa nuova edizione in presenza è Sharjah, Capitale mondiale del libro UNESCO 2019-20: attraverso un ricco programma di eventi, incontri, esposizioni e seminari condotti da oltre 30 tra scrittori, illustratori, artisti e narratori arabi, l’Emirato porta per la prima volta in Fiera il prospero ambiente creativo e culturale che lo sta trasformando nella meta d’elezione per la letteratura per ragazzi in tutta la regione araba, offrendo al pubblico della Fiera la possibilità di interagire con i suoi libri, lettura e cultura, immergendosi nel suo rigoglioso panorama letterario. Tanti gli incontri attesi in tutti gli spazi della Fiera, dall’Illustrators all’Authors Café, affiancati da due mostre che offrono una prova visibile di quanto di meglio la tradizione di illustrazione e di editoria per ragazzi araba ha da offrire: Insight, Reflect e la mostra del premio Etisalat Award for Arabic Children's' Literature - UAEBBY. 

INCONTRI E CONFERENZE 

Il programma della Bologna Children’s Book Fair fa come ogni anno il punto sui grandi temi al centro del dibattito editoriale internazionale, grazie a incontri e conferenze targate BCBF, ospitate negli spazi dei Caffè Autori, llustratori e Traduttori, in aggiunta ai tanti appuntamenti organizzati dagli espositori. Martedì 22 marzo, al Caffè Illustratori alle 17.45, è attesa la lecture del grande autore israeliano Etgar Keret What stories can you tell in times of war? L’incontro è organizzato dalla Conference of International Book Fairs Directors, che condanna fermamente l'invasione russa dell'Ucraina e sceglie proprio BCBF per dare voce, attraverso la parola di Keret, al valore della pace, confermando di sospendere i contatti con qualsiasi istituzione e agenzia statale russa e invitando editori, autori, illustratori ucraini alle diverse fiere a costo zero. 

Le fiere aderenti, insieme a Bologna Children’s Book Fair e allasua estensione BolognaBookPlus: Feria Internacional del Libro de Bogotá; Foire du Livre de Bruxelles; International Book Festival Budapest; Frankfurter Buchmesse; Göteborg Book Fair; Feria Internacional del Libro de Guadalajara; Jerusalem International Book Forum; Leipziger Buchmesse; Book World Prague; Bienal Internacional do Livro de São Paulo; Seoul International Book Fair; Taipei International Book Exhibition; Warsaw Book Fair. E ancora, tra gli autori internazionali attesissimi in fiera, mercoledì 23 marzo al Caffè Illustratori alle 13.30 Yuval Noah Harari, storico, filosofo e autore dei saggi bestseller Sapiens: Da animali a dèi, Homo Deus: Breve storia del futuro, 21 lezioni per il XXI secolo e della graphic novel Sapiens: La nascita dell’umanità. 

I suoi libri hanno venduto oltre 35 milioni di copie e sono stati tradotti in 65 lingue. È considerato uno degli intellettuali più influenti del mondo contemporaneo. Harari sarà alla Bologna Children’s Book Fair per presentare il suo nuovo progetto rivolto ai ragazzi. L’incontro è organizzato in collaborazione con Bompiani. Tra i convegni della Fiera, il 22 marzo alle 10.30, Sala Suite, Infanzie ai margini, una riflessione sulla promozione della lettura nelle aree più “difficili”: in un mondo sempre più segnato dalla disuguaglianza sociale, e non solo moltissimi bambini non hanno accesso ai libri. Tanti i professionisti e le organizzazioni che hanno intrapreso un’attività di “resistenza”, impegnandosi in prima persona a portare i libri nei luoghi in cui mancano. A parlarne: Patricia Aldana, editrice canadese e presidente di IBBY Trust; Zohreh Ghaeni, esperta di letteratura per bambini a capo del progetto iraniano Read with Me project; Bel Santos Mayer di Ibeac, istituto brasiliano di sostegno alla comunità, che lavora con i bambini nelle favelas; Maria Beatriz Medina, del Banco del Libro de Venezuela; Alison Tweed, Chief Executive, Book Aid International, UK/Africa, Katherine Uwimana, esperta di innovazione per il libro e l'alfabetizzazione, Rwanda. 

L’evento è organizzato in collaborazione con Instituto Emília. E ancora, il 23 marzo alle 14, la tavola rotonda Internazionale (online) delle Librerie Indipendenti per Ragazzi, con un focus interamente dedicato al mercato globale dei comics. Tanti, inoltre, gli incontri sul fumetto: dalla graphic novel per ragazzi in Italia e nel mondo passando per un evento dedicato agli insegnanti: il fumetto e scuola, e come questo può diventare uno strumento efficace in classe, il 24 marzo alle 9.30, Sala Notturno. Infine, un racconto di storie di successo di editoria digitale: Back to the Future - 10 Years into Digital Publishing - 3 Success Stories Analysed, 22 marzo alle 14.30, Sala Bolero, organizzato nell’ambito di Aldus Up. 

Come raccontare ai ragazzi argomenti centrali della nostra attualità come il cambiamento climatico, l’energia pulita, l’uguaglianza di genere? Bologna Children’s Book Fair è partner del Sustainable Development Goals Book Club, il progetto realizzato a partire dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con IPA-International Publishers Association, International Federation of Library Associations and Institutions - IFLA, International Board on Books for Young People - IBBY, European and International Booksellers Federation - EIBF. Se ne parla al Caffè Autori il 22 marzo all 9.15.

A proposito della Sharjah Book Authority

La SBA è stata creata nel dicembre del 2014, con lo scopo di incoraggiare investimenti nelle industrie culturali e creative, oltre a offrire una piattaforma per favorire uno scambio intellettuale e di conoscenze tra i popoli di diverse civiltà e culture. Alla SBA è affidato il compito di valorizzare il ruolo significativo degli scrittori e la loro influenza nel promuovere una presa di coscienza comunitaria, tenuto conto del progresso tecnologico e della diversità delle fonti di conoscenza. La SBA si propone anche di attirare gli enti competenti, e tutti coloro che si occupano del settore culturale in generale, con particolare attenzione all'editoria, alla stampa, alla traduzione, alla documentazione e ai libri per ragazzi.

Commenti