TAOBUK TAORMINA FESTIVAL, SI CHIUDE LA SESTA EDIZIONE

La cerimonia di apertura sarà trasmessa in differita su Rai1 domenica 25 settembre 2016, in seconda serata. Si chiude la sesta edizione di Taobuk-Taormina International Book Festival. Appuntamento a giugno 2017
Taormina, 17 settembre 2016 - Dopo 9 giornate di programmazione e 70 appuntamenti accolti da grande affluenza di pubblico, si chiude la sesta edizione di Taobuk - Taormina International Book Festival, che annuncia le sue prossime date: l'edizione 2017 anticiperà la sua programmazione al mese di giugno.
Ideato da Antonella Ferrara, presidente del festival, con la direzione artistica di Franco Di Mare, Taobuk pone al centro la letteratura, in dialogo con le altre espressioni della cultura: cinema, musica, teatro, arti visive, giornalismo, enogastronomia. Più di 3.000 le presenze alla cerimonia di apertura del festival, sabato 10 settembre, che ha visto alternarsi sul palco del Teatro Antico di Taormina personalità di rilievo internazionale in ambito letterario e artistico: Michael Cunningham, Claudio Magris, Giuseppe Tornatore, Leo Gullotta, Lina Sastri e Giacomo Campiotti. Presente il ministro Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini.
La cerimonia di apertura sarà trasmessa in differita su Rai1 domenica 25 settembre 2016, in seconda serata.

Scenario eccezionale di Taobuk è stata tutta la città di Taormina, a partire dai luoghi turistici più amati, come il Teatro Antico, l'Archivio Storico e Piazza IX aprile, affacciata sulla baia di Naxos e a ridosso dell'Etna. Diciannove le sedi che sono state coinvolte: luoghi pubblici e strutture private si sono aperti alla letteratura e hanno svelato ai cittadini e ai visitatori ogni angolo noto e meno noto della città, definita La Perla dello Jonio, meta prediletta di grandi scrittori, da Tennessee Williams a Truman Capote, da André Gide a Jean Cocteau, da David Herbert Lawrence a Luigi Pirandello.

Costruita sul concept Gli Altri, la manifestazione ha chiamato al confronto scrittori, giornalisti, filosofi, studiosi, artisti, esponenti della società civile e politica, sia italiani sia internazionali, per sollecitare riflessioni su un tema fortemente attuale. Tra gli ospiti: Simonetta Agnello Hornby, Edoardo Albinati, Alberto Angela, Marc Augé, Pupi Avati, Camilla Baresani, Giacomo Campiotti, Eva Cantarella, Massimo Carlotto, Giancarlo Caselli, Cristina Chiperi, Benedetta Craveri, Michael Cunningham, Leo Gullotta, Giuseppe Leone, Marc Levy, Claudio Magris, Antonio Manzini, Maurizio Molinari, Moni Ovadia, Domenico Quirico, Dorit Rabinyan, Isabella Ragonese, Clara Sánchez, Lina Sastri, Ilaria Soragni, Giuseppe Tornatore, Giulio Tremonti, Clara Usón, Roberto Vecchioni, Gianfranco Vissani.

La VI edizione si è avvalsa del sostegno di più di 80 realtà tra istituzioni, sponsor, partner privati e media partner e del prezioso aiuto di giovani volontari.

Taobuk - Taormina International Book Festival ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica ed è patrocinato dal Mibact-Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
È sostenuto e promosso da Comune di Taormina, Regione Siciliana - Assessorato Turismo Sport e Spettacolo, Dipartimento Turismo Sport e Spettacolo e Ufficio Speciale per il Cinema e l’audiovisivo, nell’ambito del programma Sensi Contemporanei, Sicilia Film Commission, Assessorato Beni Culturali e all’Identità Siciliana, Agenzia Nazionale per i Giovani; e con il contributo di: Parco Archeologico di Naxos; Università degli Studi di Messina; Teatro Massimo Bellini di Catania; Taormina Arte, Fondazione Bonino Pulejo, Consiglio Nazionale Forense, Ordine degli Avvocati di Messina.
È realizzato in collaborazione con partner privati e mediapartner: Jaguar Land Rover, Mondadori Retail, Associazione Albergatori di Taormina, Gais Hotels Group, Expo Food and Wine, Rotary Club Taormina, Radicepura, Marella Ferrera, Lineamme, Atelier Le Colonne-Alvaro Correnti, Msc Crociere, Caffè Moak, NonsoloCibus, La Truccheria Cherie, Compagnia della Bellezza, RAI e Rai1, IBS.it, La Gazzetta del Sud, RadioLibri, Taormina Today, Tele90, @Stoleggendo.


"Il livello raggiunto dalla sesta edizione di Taobuk - sottolinea l'Assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo Anthony Barbagallo - è motivo di orgoglio e soddisfazione per l'Assessorato che lo ha sostenuto scommettendo sull'eccezionale qualità della manifestazione, da ascrivere senz'altro tra le eccellenze siciliane su cui puntare per rilanciare il turismo culturale".

"Il festival fondato e diretto da Antonella Ferrara - evidenzia il Sindaco di Taormina Eligio Giardina - si conferma il fiore all'occhiello della programmazione culturale offerta dalla Città ai residenti e soprattutto ai turisti, coinvolti in una grande festa della letteratura e delle arti, animata da protagonisti della scena culturale internazionale".

"La Perla dello Jonio - osserva l'Assessore comunale alla Cultura Mario D'Agostino - è stata la vera protagonista di Taobuk, che ha esaltato l'immagine di Taormina programmando la serrata e ampia sequenza degli eventi del festival in tutti i luoghi storici e nelle location en plein air che fanno di Taormina una città di incomparabile fascino".
"Le rinomate strutture ricettive della Città - afferma il Presidente degli Albergatori di Taormina Italo Mennella - hanno riposto in Taobuk meritata fiducia, sostenendo il festival e garantendo ospitalità di prim'ordine alle personalità internazionali invitate. Non riesco ad immaginare migliore partnership e migliore promozione turistica per l'intero hinterland'.
"Siamo orgogliosi - sottolinea Antonella Ferrara, ideatrice e presidente di Taobuk - di avere condotto in porto un'edizione del festival che ha tenuto alta la qualità dell'offerta artistica e culturale che portiamo avanti dal 2011, registrando un ulteriore crescita sul piano del volume delle attività e dell'adesione del pubblico. Una risposta che è andata oltre ogni previsione. Abbiamo inoltre incrementato i progetti rivolti ai giovani, e siamo approdati, primo e unico festival letterario, alla trasmissione della serata inaugurale su Raiuno. Ma più ancora mi preme sottolineare la piena condivisione di intenti e obiettivi tra i vari attori chiamati a vario titolo alla realizzazione di un programma ampio e ambizioso. Desidero ringraziare le istituzioni pubbliche e private che hanno contribuito al raggiungimento di un risultato che ci incoraggia a fare ancora meglio e di più".

Commenti