CASTIGLIONE SU RADICAL VINCE IL 1° SLALOM DI SALICE

Grande inizio del Campionato Siciliano alla gara messinese organizzata da Top Competition e Associazione Ufficiali di gara Zancle. Un testa a testa tra il trapanese vincitore ed il giovane messinese Schillace. Terzo Greco su un podio tutto Radical

Salice (ME), 2 aprile 2017. Vittoria di Giuseppe Castiglione su Radical SR4 Suzuki al 1° Slalom di Salice. La gara messinese organizzata da Top Competition e Associazione Ufficiali di Gara Zancle che ha inaugurato alla grande il Campionato Siciliano con 86 piloti al via su 101 iscritti e tutti i migliori protagonisti delle ultime stagioni. Il 28enne trapanese Campione Siciliano in carica e portacolori Armanno Corse, si è imposto in entrambe le manche che ha disputato sulle tre previste, prendendo subito le misure in modo efficace ai 2,9 Km di tracciato che sulla SP 51 uniscono Salice a Portella Castanea, alle porte di Messina, intervallati da ben 13 postazioni di rallentamento. -"Un tracciato bello ma in diversi punti insidioso, dove è facile commettere errori - ha spiegato Castiglione - dopo la prima manche abbiamo effettuato alcune regolazioni sulla vettura e poi abbiamo continuato ad attaccare, anche perchè è aumentata un pò la confidenza con il percorso"-.

Il vincitore ha dovuto respingere i decisi attacchi del giovane pilota di casa e Under 23 siciliano in carica Emanuele Schillace, l'alfiere T.M. Racing che sulla Radical SR4 Suzuki ha mostrato molta determinazione ed ottimo feeling con la biposto inglese. Appassionante duello anche per il terzo gradino del podio tutto Radical, l'ha spuntata il messinese Giovanni Greco contro il catanese Rosario Miano sulla Elia Avrio, quarto che ha attaccato soprattutto nella prima manche, come il trapanese di CST Sport Giovanni Pellegrino, che ha chiuso poi al settimo posto.

Superlativa gara chiusa al quinto posto assoluto e con la vittoria in gruppo Speciale dell'esperto Alfredo Giamboi al volante della Fiat X1/9, il pilota di Novara di Sicilia ha fatto valere abilità e determinazione su un tracciato inedito, dopo il secondo posto in Calabria a Scilla di tre settimane fa. Sesta piazza per il trapanese Nicolò Incammisa, il portacolori della Trapani Corse sulla Radical con un assetto non ottimale. Ottavo posto e secondo in gruppo Speciale per il messinese Giuseppe Raineri che sulla Fiat 127 ha duellato con la vettura gemella del calabrese di Tecnoracing Agostino Fallara, nono al traguardo. Top ten completata dal vincitore della categoria Bicilindriche Pierluigi Bono, il driver di Sciacca portacolori della Catania Corse sulla energica Fiat 500. A ridosso dei primi dieci il vincitore del gruppo Prototipi Manuel D'Antoni sulla Fiat Cinquecento Maxi spinta da motore Suzuki.

L'esperto Maurizio Anzalone ha messo il sigillo in gruppo E1 Italia sulla Renault Clio RS, il portacolori del Motor Team Nisseno e detentore del titolo regionale di gruppo, dopo una penalità per un birillo abbattuto nella prima manche, ha rimontato in modo decisivo nella seconda tornata. Il nebroideo Matteo Salpietro della SGB Rally si è imposto in gruppo A con la Peugeot 106 di classe 1600, come Ignazio Bonavires in gruppo N, con la Peugeot 106, il driver agrigentino di Sciacca, già pluri vincitore siciliano di classe e gruppo, ha rimontato nella seconda manche e non ha lasciato spazio alla concorrenza. In gruppo Racing Start, la categoria per le auto di serie, ha vinto il calabrese Rocco Porcaro, sempre leader con la Peugeot 106 1600. Tra le vetture di attività di base successo di Antonino Greco sulla Opel Corsa GSI.

Grande pubblico per l'edizione d'esordio della gara, malgrado il meteo incerto e dopo due manche all'asciutto, la pioggia ha bagnato il fondo del terzo passaggio.

Classifica top ten 1° Slalom Salice: 1 Giuseppe Castiglione (Radical SR4 Suzuki) in punti 129,00 Tempo 2'09"; 2 Schillace (Radical SR4 Suzuki) a 0"65; 3 Greco (Radical SR4 Suzuki) a 12"23; 4 Miano (Elia Avrio Suzuki) a 13"51; 5 Alfredo Giamboi (Fiat X1/9) a 18"08; 6 Incammisa (Radical SR4 Suzuki) a 18"87; 7 Pellegrino (Radical SR4 Suzuki) a 19"31; 8 Raineri (Fiat 127) a 21"15; 9 Fallara (Fiat 127) a 22"09; 10 Bono (Fiat 500) a 22"23.

Commenti