VILLAFRANCA TIRRENA, INAUGURATA LA MOSTRA PER "IMAGO PUGNATORES"

Villafranca Tirrena, 29/04/2017 – Il sindaco di Villafranca Tirrena, Matteo De Marco, il presidente di Progetto Suono Rocco Ottanà, Franz Riccobono, storico e collezionista messinese, presidente dell’Associazione Amici del Museo, Mario Sarica per il Museo di musica e cultura popolare dei Peloritani hanno inaugurato ieri al Castello di Bauso di Villafranca Tirrena “Imago Pugnatores. Cristiani e mori a singolar tenzone”, la mostra che porta in esposizione i cartelloni con cui l’Opera dei Pupi reclamizzava i propri spettacoli.
“I cartelloni proposti in mostra, peraltro in prima assoluta, provenienti dalla preziosa e rara collezione di Franz Riccobono – ha detto Sarica – offrono generosamente exampla mirabili della lista degli ingredienti base, che hanno fatto la fortuna dell’Opera dei Pupi, a partire dall’eterno confronto anche sanguinario tra cristiani e infedeli”. “Ancora oggi – ha sottolineato Riccobono – impressiona l’efficacia, la forza esperessiva di figure uscite dalla fantasia di oscuri pittori, capaci peraltro di colpire l’immaginario collettivo di noi siciliani attingendo a quella stratigrafia culturale su cui si fonda la storia dell’Isola”.
La mostra, realizzata nell’ambito delle manifestazioni di “Castello … in Aria”, è a ingresso gratuito e resterà aperta sino a giorno 21 maggio, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13 e il mercoledì anche dalle ore 15:30 alle ore 17:30. Gli eventi di “Castello … in aria”, co-finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri -Dipartimento della Gioventù, sono organizzati dal Centro Sperimentale “Progetto Suono” di Messina in partenariato con il Comune di Villafranca Tirrena e in collaborazione col la Pro-Loco di Villafranca Tirrena, e sono finalizzati alla valorizzazione del “Castello di Bauso”, bene di proprietà del demanio culturale della Regione Siciliana, concesso dal Polo Regionale di Messina per i Siti Culturali su mandato dell’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e delle Identità Siciliana.

Commenti