ANNUNZIATA AD ALFANO: "VOI SIETE IMPRESENTABILI, HO DETTO UNA COSA PESANTE...."

Intervista incandescente quella che Lucia Annunziata ha riservato oggi al segretario del Pdl Angelino Alfano, ospite della sua trasmissione 'In 1/2 h', in onda su Rai3 alle 14.30
Roma, 17/03/2013 –. Commentando l'esito delle votazioni alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica, Lucia Annunziata ha pressato Alfano
sulla questione del prossimo presidente della Repubblica. L’on. Alfano ha spiegato le ragioni per cui ritiene che il leader del PD Bersani non possa ‘pretendere’ di assumersi la potestà di indicare pure tale 'carica', dopo avere ottenuto l’elezione del presidente della Camera dei Deputati e del Senato.

Poi la nomina del prossimo Presidente della Repubblica è stato il 'tema' lanciato dall'Annunziata nella trasmissione e il nome di Massimo D’Alema ha fatto ineluttabilmente la sua comparsa nel discorso e in merito l’on. Alfano ha avuto parole di aperto dissenso:
“Quella di ieri per noi non è stata affatto una giornata nera perché ha certificato l'assenza di una maggioranza per la sinistra. Con i numeri visti ieri in Parlamento Bersani non potrà ottenere l'incarico di formare il nuovo governo dal presidente Napolitano. - ha detto il segretario del Pdl - Io non credo che Bersani possa avere l’incarico di formare il nuovo Governo - ha proseguito Alfano - essendo minoranza al Senato. Quando il presidente Napolitano conferirà il mandato, se lo conferirà, valuteremo se sarà un mandato esplorativo e mandato pieno. Bersani ha fin qui 'preso' la Camera, il Senato e il Governo con il 30% dei voti. Ma poi vedremo se ci riuscirà a formare il Governo. Bersani non ha mantenuto quanto aveva detto in campagna elettorale e si comporta come se avesse preso il 100% dei voti degli elettori".

"Il PdL - ha detto ancora Angelino Alfano - potrebbe aprire la porta a Bersani contribuendo alla formazione di un suo Governo ma a due condizioni: che venga eletto un moderato al Quirinale; che vi sia la condivisione di una serie di misure utili per risolvere la crisi in atto nel Paese".

Alfano sul Presidente della Repubblica: “Pensando alla Lega siamo molto sereni. Calderoli ha detto che per il bene di questo Paese ci vorrebbe un governo con Pdl e Monti..."

Annunziata: “La verità è che voi siete impresentabili…".

Alfano: "Come si permette di definire impresentabili noi... Da quale cattedra etica voi della sinistra potete giudicare con parole di disprezzo nei confronti del popolo che da vent'anni vota per noi? Con quale autorità si permette di dare un simile giudizio a chi ha ottenuto tanti voti dagli italiani?".

Annunziata: “Ho detto una cosa pesante… me ne rendo conto...”

Alfano: “Non solo pesante ma sbagliata e ingiusta”.

Annunziata: “Mi spiega... perchè la cosa che mi ha scandalizzato di Milano è che andare davanti alla porta di un giudice (la Bocassini, ndr)... se venissero dietro la sua porta lei chiamerebbe i Carabinieri….".

Alfano: “Ma cosa dice? Noi abbiamo favorito la riforma tecnologica... Quelli sono dei luoghi pubblici...”.

In chiusura della trasmissione l’Annunziata ha riconosciuto di essere stata 'pesante', scusandosi, ma ha pure aggiunto di volere mantenere la propria coerenza nei giudizi che le sono propri.

"Mi scuso per il giudizio molto franco ma ognuno deve assumersi le proprie responsabilità", ha replicato Lucia Annunziata.

Ed Alfano ha ripetuto ancora che non di 'pesantezza' ma di giudizio fuor di luogo si tratta: "Voi della sinistra, lo ripeto, avete disprezzo per il popolo italiano, perché non si insulta così chi ha preso tanti voti dagli elettori italiani. Il suo è un giudizio ingiusto”, ha concluso il segretario del Pdl Alfano prima di congedarsi.

Un’intervista non certo scevra di posizioni... ‘energiche’....

1 commenti:

  • Anonimo says:
    18 marzo 2013 08:29

    Ci vogliono piu giornalisti con la schiena dritta.
    I giornalisti sono pagati dal potere politico tramite i contributi statali all'informazione....di partito.
    Con i nostri soldi i partiti si comprano l'informazione.
    Bisogna eliminare i contributi publici e sostituirli con sgravi fiscali e faclitazioni per spese postali.

Posta un commento

Nebrodi e Dintorni © Il Parco dei Nebrodi, testata giornalistica registrata al tribunale il 12/3/1992. La redazione si riserva il diritto di rivedere o bloccare completamente i commenti sul blog. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della testata ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento.