PREMIO LETTERARIO “LA CAPANNINA”, OGGI L'EVENTO CULTURALE E LA PREMIAZIONE


L'appuntamento è fissato per oggi in via Del Sole a Gliaca di Piraino per le 17:30. La premiazione avrà inizio alle ore 18:30
Piraino, 02/06/2012 - Tutto pronto a Gliaca per la giornata finale dedicata al primo premio letterario nazionale “La Capannina”, evento culturale promosso dal “Caffè letterario La Capannina” e patrocinato dalla nuova amministrazione comunale di Piraino che oggi, 2 Giugno “Festa della Repubblica”, aprirà la bella stagione pirainese a partire dalle 17:30 nel salotto della via Del Sole.

Tanti gli autori di opere rigorosamente inedite che in questi mesi si sono cimentati nelle tre categorie in concorso (Silloge di poesie, Epistola a tema libero, Romanzo breve) e che hanno dato un bel da fare alla giuria composta, fra gli altri, dai fondatori del premio l'imprenditore Antonino Faranda, il prof. Riccardo Ferlazzo, l'arch. Pierluigi Gammeri, l'editore Antonino Armenio e presieduta dal prof. Natale Tedesco, ordinario nella Facoltà di Lettere e Filosofia di Palermo, direttore del Dipartimento di Letterature e Culture Europee (DILCE) ma, anzitutto, noto scrittore ed esponente di fama internazionale della cultura italiana.
“La passione per la letteratura – dice Antonino Faranda – ci ha permesso di poter realizzare questa prima edizione e soprattutto ci darà l'opportunità di mettere in luce dei veri e propri talenti della scrittura”.

Ospite d'onore dell'evento la prof.ssa Clara Aiosa, saggista, teologa e presidente della “Fondazione G.A. Borgese” di Polizzi Generosa (Pa); una presenza molto gradita che arricchisce il parterre della manifestazione e che sancisce l'unione di due realtà, quella di Piraino e quella di Polizzi, distanti sì ma legate fra loro dal filo della cultura che tutto unisce.

Il primo premio letterario “La Capannina” sarà trasmesso in diretta streaming e sarà visibile sulla nuova pagina ufficiale Facebook del comune di Piraino all'indirizzo www.facebook.com/pirainoME per dare la possibilità a tutti gli amanti di Piraino e della cultura, di seguire l'evento anche da lontano, per sentirsi presenti e per essere pirainesi “sempre”, oltre ogni distanza.

Commenti