ROBERTO FIORE (FN) PER LA MONETA COMUNALE A S. TERESA DI RIVA

Santa Teresa di Riva (Me), 27/08/2012 - "C'è grande interesse in Sicilia per la possibilità di realizzare concretamente la Moneta complementare nel Comune di Santa Teresa di Riva", si legge in una nota diffusa dall'ufficio stampa di Forza Nuova Sicilia, in vista del convegno tecnico che vedrà, nel pomeriggio del 30 agosto, la presenza - tra gli altri - di Roberto Fiore, segretario nazionale del Movimento che sosterrà, con propri candidati alle prossime elezioni Regionali, la lista "Rivoluzione Siciliana" e la corsa alla Presidenza del battagliero sindaco della cittadina ionica, Cateno De Luca.

"Santa Teresa farà da apripista per un percorso, quello della Moneta Complementare all'Euro, che potrebbe rivelarsi risolutivo e rivoluzionario - prosegue la nota - specie con l'approssimarsi di una crisi che deve ancora mostrare i suoi aspetti peggiori".

"Il programma di "Rivoluzione Siciliana" ha fatto tesoro della particolare sensibilità che Forza Nuova ha sempre mostrato per il tema della Sovranità Monetaria che in Sicilia trova, nel mai applicato Statuto Speciale, una base giuridica forte per puntare all'ambizioso traguardo di una moneta popolare alternativa all'Euro".
"Forza Nuova invita tutti i siciliani - conclude il comunicato - ad un evento che potrebbe segnare l'avvio del riscatto di un popolo a lungo condannato al sottosviluppo dal potere parassitario che massonerie, partiti e criminalità hanno esercitato ai suoi danni, senza il dovuto contrasto da parte di un governo nazionale che ha trattato la Sicilia alla stregua di una colonia".

Commenti

  1. Roberto Fiore unica speranza per la nostra Italia e per la nostra Sicilia! Spero tanto che non abbia sbagliato ad appoggiare De Luca, che intendo votare alle oramai imminenti regionali. Al momento, Fiore, sembra essere l'unico politico che si batte per noi italiani, basti vedere tutti i programmi di solidarietà avanzati da Forza Nuova. Mi fa tanto piacere che anche nei Nebrodi si inizi a parlare di lui.

    RispondiElimina
  2. L'idea di un ricorso alla moneta complementare è certamente apprezzabile, anche perchè si può far tesoro delle esperienze ben riuscite in altri paesi della comunità. Ma il problema della sovranità monetaria in Sicilia non ha nulla a che spartire con questa iniziativa perchè è del tutto ovvio che siamo su due piani diversi e molto lontani. Non Conosco "Forza Nuova Sicilia" e non ho idea della sua natura e dei suoi scopi. Voglio solo augurarmi che non sia un altro movimento politico che va ad infoltire la schiera di micro partiti che ad ogni competizione elettorale si presentano candidando perfetti sconosciuti e disperdendo una seppur trascurabile quota di voti. In questo momento la Sicilia deve ricostruirsi come popolo e la polverizzazione di queste aggregazioni vecchie e nuove non contribuisce certo a creare unità di intenti ed una opinione pubblica degna di tale nome e che possa veramente impensierire una classe politica ed una classe dirigente impegnata a curare solo i propri interessi.

    RispondiElimina

Posta un commento

NEBRODI E DINTORNI © Le cose e i fatti visti dai Nebrodi, oltre i Nebrodi. Blog, testata giornalistica registrata al tribunale il 12/3/1992.
La redazione si riserva il diritto di rivedere o bloccare completamente i commenti sul blog. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della testata ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento.